MOLA, NASCE UN NUOVO SOGGETTO POLITICO: “ORA! A SINISTRA”

1
328

In questi ultimi giorni si intensificano le iniziative politiche nella sinistra locale, in vista delle elezioni comunali del prossimo anno. Dopo la presentazione di “Uniti per cambiare”, ecco “Ora! A sinistra”, nato da una costola del PD molese che segue, a distanza di tempo, le dimissioni del segretario Donato Valenzano.

Riceviamo da Donato Valenzano e pubblichiamo:

Comunicato stampa presentazione “Ora! A sinistra”.

Quali sono oggi i valori della Sinistra? Quali errori abbiamo commesso? Da che parte vogliamo stare? Queste sono le domande da cui è partita una profonda riflessione in questi mesi.

Convinti che Sinistra non sia un concetto superato, ci siamo riuniti e abbiamo ricominciato a confrontarci con l’obiettivo di creare uno spazio di discussione, di cui tutti noi ci sentivamo orfani. Abbiamo analizzato i motivi della sconfitta e condiviso le parole da cui ripartire. Si è consolidata sempre più l’idea che il percorso intrapreso fosse quello giusto e, sulle ali dell’entusiasmo, abbiamo cominciato a sognare.

Per questo abbiamo deciso di metterci in gioco e di lanciare una sfida ai cittadini che non si sentono più rappresentati. Il nostro desiderio è quello di creare un nuovo modo di fare politica e di ricostruire una casa che si basi su questi valori: uguaglianza, lavoro, inclusività, solidarietà, ambiente e bene comune.

La Sinistra ha perso il contatto con la comunità, non sa più leggerla. Si è allontanata dai territori e dai problemi reali della gente, non fornisce più risposte concrete, ma viene percepita come aliena dal popolo. Ha abbandonato la sua orizzontalità, perché affascinata dalla verticalità. Ha trascurato la collettività, perché sedotta dai leaderismi. Occorre ritrovare la nostra identità.

È necessario tornare a ragionare su proposte e progetti concreti, a condividere pratiche, riflessioni, documenti. Serve ricostruire luoghi di aggregazione, di cultura, di lavoro. Nelle strade, nelle piazze, è qui che abbiamo il dovere di tornare a seminare; è qui che la Sinistra può tornare a germogliare.

Riaccendiamo le luci che da troppo tempo sono spente: quelle sul disagio sociale, sugli invisibili, sugli ultimi, sulla tanta gente che si sente smarrita e vulnerabile, ancor di più dopo pandemia e guerra.

Si tratta di un lavoro lungo, faticoso e complesso, ma indispensabile. Prima si inizia, prima si otterranno i risultati.

C’è da lottare contro le disuguaglianze e la povertà. Da difendere l’ambiente e i beni comuni. Questo significa essere di sinistra. Questo è il motivo per cui quei valori non sono superati. Questo deve essere il nostro obiettivo: trovare, INSIEME, delle risposte.

Noi sappiamo da che parte stare: è tempo di Sinistra…ORA!!

1 commento

  1. E tutto questo senso civico, questa filantropia sociale… Tutto fantastico.
    Addirittura annoverate nel Vs. curriculum la pregressa esperienza con ciò che neanche per definizione ed etimo può essere mal definito “PARTITO”, e mi fermo qui…
    Ciò che voi stancamente riproducete in serie senza nessuna attinenza con la realtà, ormai a pochi mesi dalle elezioni comunali; come ad ogni rinnovo della comunale amministrazione, ormai puzza di stantio.
    La Vs. è solo teoria, costruite con attivismo e concretezza sul territorio tra le persone e per le persone, per guadagnare il rispetto meritato.
    Dove eravate fino ad oggi?
    Ce lo chiediamo in tanti oramai…
    Sosteniamo l’astensione! Viva Scheda Bianca!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here