BARI INTERNATIONAL FILM FESTIVAL 2023: ECCO TUTTE LE ANTICIPAZIONI DEL PROGRAMMA

0
103

Alle ore 11,00 del 28 novembre, nella sala cinema/teatro del Kursaal Santalucia di Bari è stato presentato il programma di massima della XIV edizione del Bif&st e BariFictionF&st.

 

Anticipazioni programma Bif&st e BariFictionF&st 2023

A illustrare il programma 2023 è stato il suo ideatore e direttore artistico Felice Laudadio. Moderava la conferenza stampa Aldo Patruno, direttore dipartimento Cultura e Turismo della Regione Puglia.

Erano presenti: il Presidente della Regione Michele Emiliano; Il sindaco di Bari, Antonio Decaro; La Consigliera delegata alle Politiche Culturali, Grazia Di Bari; L’Assessora alle politiche Culturali e Turistiche della città, Ines Pierucci.

I partecipanti alla presentazione del Bif&st 2023
La consigliera regionale Grazia DI Bari (a sinistra) con Ines Pierucci, Assessora del Comune di Bari

Il Bif&st posto sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, promosso dalla Regione Puglia, prodotto dall’Apulia Film Commission e in collaborazione col comune di Bari, si svolgerà dal 24 marzo al primo aprile 2023 tra il teatro Petruzzelli, il teatro Piccinni, il Kursaal Santalucia e il Multicinema Galleria. Lo Spazio Murat, sostituirà il Teatro Margherita (chiuso per lavori), sarà dedicato alle conferenze stampa, alle presentazioni dei libri e a laboratori di sceneggiatura tenuti da Franco Bernini.

Nel teatro Van Westerhout di Mola di Bari si terranno laboratori di recitazioni tenuti dall’attrice e regista Milena Mancini. Per la disponibilità e concessione amichevole del teatro molese il direttore artistico ha ringraziato il sindaco Colonna e la giunta comunale di Mola di Bari.

Il Bif&ST è veicolo di Cultura per la gente; in queste quattordici edizioni ha mostrato avere un forte impatto sul territorio e di favorire un movimento turistico culturale con proposte che coinvolgono gli studenti e i negozianti della città, lieti di alimentare il clima fervente, aderendo all’iniziativa detta: FuoriBif&ST e infatti l programmazioni ideate da Felice Laudadio e suoi collaboratori sanno guardare al futuro del pianeta cinema, a tutti i lavoratori e loro famiglie, artigiani della settima arte.

Una formula, quella del festival, della quale essere orgogliosi, perché anche in tempi di pandemia si è svolta in sicurezza e con proposte di programma di alto livello. Il presidente operativo della XIV edizione sarà Volker Schondorff, premio Oscar per la pellicola: “Il Tamburo di latta” (film del 1979) tratto dal celebre romanzo di Gunter Grass (Nobel per la letteratura 1999).

Il regista, sceneggiatore, produttore tedesco è uno dei ventuno cineasti vincitore dell’Academy Award. Memorabile la foto che lo ritrae mentre riceve il “Fellini Award” dal critico cinematografico francese Jean Gili (Bif&st 2017) senza dimenticare la sua affollatissima Masterclass.   Questi incontri con i maestri del cinema, seguitissimi, divengono vere e proprie occasioni per comprendere il pensiero e le scelte di campo di chi concepisce un lungometraggio!  Il successo del festival cinematografico di Bari è nell’attenzione rigorosissima alle proposte di pellicole internazionale ma anche a quelle dei cineasti del piccolo schermo sulle quali enti pubblici investono per realizzare fiction di qualità.

Nel programma delle anteprime internazionali che saranno proiettate nel teatro Petruzzelli per la sezione non competitiva troviamo: “Kisset” (The Kiss) del regista danese Bille Agust (premio Oscar per il film “pelle alla conquista del mondo” del 1987, tratto da ‘L’impazienza del cuore’, romanzo dell’austriaco Stefan Zweig. Il regista è stato due volte Palma d’Oro al festival di Cannes); Citiamo: “Le Torrent” dell’attrice e regista Anne Le Ny, un film con l’attore André Dussollier, memorabile protagonista della pellicola ‘Diplomatie’ (film 2014) diretta da Volker Schlondorff.

Nel Petruzzelli per la sezione competitiva saranno proiettati 12 film in anteprima internazionale che saranno valutati dalla giuria composta da: Jean Gili (critico cinematografico francese –presidente), Bettina Brokemper (produttrice cinematografica tedesca), Valeria Cavalli (attrice italiana), Pippo Mezzapesa (regista italiano), Grazyna Torbicka (critico cinematografico polacco) ai quali spetterà attribuire il premio al miglior regista, alla migliore attrice, al miglior attore protagonista.

Il Federico Fellini Platinum Award for Cinematic Excellence, disegnato da Ettore Scola, premierà il talento di sette cineasti che terranno le loro lezioni dopo la proiezione del loro film. Uno dei riconoscimenti sarà conferito a Sonia Bergamasco, alla quale già nell’edizione 2016 del Bif&ST era stato assegnato il premio Alida Valli. Attendiamo i nomi degli altri sei fortunati che saranno resi noti in marzo.

A trent’anni dalla scomparsa di Federico Fellini (31 ottobre 1993) sarà proiettata l’edizione restaurata del suo capolavoro: Roma (film del 1972), quale tributo al regista riminese. Indimenticabile la retrospettiva delle sue pellicole e la mostra dei suoi celebri disegni che fu inaugurata da Ettore Scola e dalla nipote, Francesca Fabbri Fellini nell’edizione del 2013.

Per “ItaliaFilmFest/the Best of the Year” la giuria di critici cinematografici conferirà ai migliori film italiani dell’ultimo anno il premio “Franco Cristaldi” al miglior produttore; il premio “Mario Monicelli” al miglior regista; il premio “Furio Scarpelli” alla migliore sceneggiatura; Il premio “Anna Magnani” alla migliore attrice protagonista; il premio “Vittorio Gassman” al miglior attor protagonista; il premio “Alida Valli” alla miglior attrice non protagonista; il premio “Alberto Sordi” al miglior attore non protagonista; il premio “Ennio Morricone” al miglior compositore di colonne sonore; il premio “Giuseppe Rotunno” al miglior autore di fotografia; il premio “Dante Ferretti” al miglior scenografo.

Nel teatro Piccinni per la sezione “ItaliaFilmFest/Nuovo cinema italiano” verranno proiettati (mattina) in anteprima mondiale sette film (alcuni in corso di selezione) a cui una giuria composta dal pubblico e da una personalità del mondo della Cultura provvederà ad assegnare il premio “Ettore Scola” al miglior regista; il premio “Mariangela Melato” e il premio “Gabriele Ferzetti” ai migliori attori protagonisti. L’opera prima di Daniele Salvo: “Gli Altri” con l’attrice Ida Di Benedetto è uno dei film che saranno valutati.

Per la sezione “Cinema-Industria-Lavoro” nel pomeriggio al teatro Piccinni sono previste sei proiezioni seguite da incontri con esponenti dell’industria, dei sindacati, della società civile che si confronteranno con alcuni autori dei seguenti lungometraggi: “Tutta la vita davanti” (film 2008) di Paolo Virzì; “Smetto quando voglio” (film 2014) di Sydney Sibilla; “”7minuti (film2016) di Michele Placido; “Lazzaro Felice” (film2018) di Alice Rohrwachet; “Nome di donna” (film 2018) di Marco Tullio Giordana; “Spaccapietre” (film 2020) di Gianluca e Massimiliano De Serio.

Per la sezione “La Storia e La Memoria” voluta fortemente da Ettore Scola, per i 120 anni prossimi della Titanus, la casa di produzione cinematografica italiana più antica, fondata a Napoli nel 1904 da Gustavo Lombardo, condotta all’apice dal figlio Goffredo e ora nelle mani del nipote Guido, verranno proiettati dieci film che sono patrimonio della nostra memoria collettiva, come: “Rocco e i suoi fratelli” (film 1960) di Luchino Visconti;  “Le quattro giornate di Napoli” (1962) di Nanni Loy; “Operazione San Gennaro (film 1966) di Dino Risi; “l’uccello dalle piume di cristallo (film 1970) di Dario Argento;  Roma (film 1972) di Federico Fellini; “Ballando ballando” (film 1983) di Ettore Scola; “Troppo forte” (film 1987) di Carlo Verdone; “Il Pap’occhio” (film1990) di Renzo Arbore.

Il decimo film in programma è il docfilm “L’ultimo Gattopardo-Ritratto di Goffredo Lombardo” (film 2010) di Peppuccio Tornatore, un omaggio sentito e sincero del realizzatore di alcune pellicole memorabili della cinematografia internazionale che l’edizione del BIF&ST del 2011 aveva presentato e che sarà proiettato al Petruzzelli. Per l’edizione 2023 come tributo alla Titanus oltre a pensare a un grande evento di cui si avranno migliori notizie nl prossimo marzo gli organizzatori, inviteranno autori, attori legati alla casa produttrice che rievocheranno la loro collaborazione.

La sezione “Cinema e Scienza” ha in programma cinque incontri mattutini al Piccinni con le scuole (e non solo) e i ricercatori del CNR presenti con interessanti audiovisivi. Attesissima l’attesa della proiezione del docFilm di “The forest maker (il costruttore di foreste)”, ovvero un mosaico di storie africane che partono dalle straordinarie esperienze dell’agronomo Tony Rinaudo. Al termine della pellicola i presenti assisteranno al dibattito tra Volker Schlondorff e Antonello Pasini (CNR), scienziato del cambiamento climatico sul domani della terra.

Tra gli eventi speciali al teatro Piccinni ci sarà l’anteprima di “Mia Martinidi Gianfrancesco Lazotti a cui seguirà un incontro con Leopoldo Mastelloni e altri testimoni del percorso artistico della grande interprete.

Nel restaurato teatro Kursaal Santalucia oltre alla serata pre-inaugurale del 24 aprile, il sipario sarà sollevato per accogliere “BariFictionF&ST” che dopo il successo della scorsa edizione presenterà una vasta rassegna di opere televisive prodotte da emittenti nazionali e internazionali. Saranno proposti in anteprima episodi della serie “Il maresciallo Fenoglio” tra i cui interpreti vi è Alessio Boni, (una serie televisiva tratta dai gialli di Gianrico Carofiglio); i nuovi episodi di “Rocco Schiavone” con Marco Giallini giunta ormai alla quinta stagione; “Un posto al sole” senza dimenticare gli episodi della serie franco /belga di “Sophie Cross” con Alexia Barlier (meglio nota per il film “13Hours” di Michael Bay).

Non possiamo dimenticare che nel 2023 ricorrono i cinquant’anni dall’uscita di “Ludwig” di Luchino Visconti per il quale Ugo Santalucia (Bari1924 -2000) vinse il David di Donatello per il miglior film. Il Bif&ST per ricordare la sua avventura produttiva e umana presenterà il primo aprile alle 19,30 nella versione integrale i 228 minuti della pellicola, introdotti da Oscar Iarussi, Antonio Mancino, Tonino Pinto, e Francesco Santalucia.

Nelle sale del Multicinema Galleria saranno proiettate 32 pellicole con le quali riflettere sui talenti del nostro “SUD&CINEMA”, emergenti e consolidati che appartengono alla Puglia, Basilicata, Calabria, Campania Sardegna e Sicilia. L’evento in programma il 31 marzo è coordinato dalla fondazione Apulia film commission.

Il Programma del Bif&ST si preannuncia e conferma intenso e interessante. Una combinazione di eventi, un’opportunità d’incontri di gente e la macchina del cinema per comprendere la realtà e proiettarsi nel futuro.

Felice Laudadio, ideatore e direttore del Bif&st

(Foto di Daniela Ciriello)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here