MARTUCCI. ‘CHIUDIAMO LA DISCARICA’: “TANTE LE SPIE DI COMPLICAZIONI”

0
221

L’Associazione “Chiudiamo la discarica Martucci”, in un nuovo comunicato, riepiloga la complessa e frastagliata situazione giuridico-ambientale del sito al confine tra Mola e Conversano.

Riceviamo dall’Associazione “Chiudiamo la discarica Martucci” e pubblichiamo:

Finalmente anche il Ministero dell’Ambiente si muove ed ha richiesto ad ISPRA di redigere una relazione tecnica sulla questione ambientale a Martucci, mentre la Regione non si è ancora costituita sul ricorso del Comune di Conversano al PRGRU e la Progetto Gestione Bacino Ba 5 resiste ad oltranza (ricorso alla Consulta) sul ripristino delle vasche di servizio e soccorso. 

La situazione del sito Martucci, con le conferme derivate anche dalle ultime indagini in corso presso il lotto 3, NON AMMETTE ULTERIORI INDUGI E RINVII. La fuoriuscita di gas dal pozzo piezometrico P1, i RIFIUTI ABUSIVI ritrovati nello scavo di altri due pozzi piezometrici, a pochi metri di profondità, la segnalazione per il pozzo PM1 di un valore di azoto ammoniacale di molto superiore alla concentrazione rilevato negli altri due pozzi nonché la  presenza anche di nitriti e nitrati in concentrazioni più elevate rispetto agli altri due pozzi, NON AMMETTONO REPLICHE E SONO LA CONFERMA DI QUANTO GIÀ SI CONOSCEVA. Assieme a tutte le altre criticità svelate dal Tavolo Tecnico e dal processo penale (superamento soglie di criticità per diversi elementi, percolato non raccolto da un decennio, stato di abbandono dei lotti, rifiuti interrati abusivamente in diverse parti del territorio) affermano e dimostrano uno stato ambientale di inquinamento diffuso, ovvero di  DANNO AMBIENTALE CONCLAMATO!

Tutto ciò non può più essere eluso e vanno assunti provvedimenti tempestivi, ad iniziare dalla MESSA IN SICUREZZA DI TUTTA L’AREA MARTUCCI.

Abbiamo costantemente ammonito sull’estrema urgenza della MESSA IN SICUREZZA di quei luoghi (un finanziamento europeo all’uopo è già esistente)  nonché sulla INDIVIDUAZIONE NUOVI SITI DI DISCARICHE per rifiuti urbani e non pericolosi in provincia di Bari, senza alcun risultato. Peraltro l’esigenza di trovare una rapida soluzione all’argomento, è precipuo interesse della stessa Regione, considerato anche che lo contempla lo stesso emendamento Martucci al PRGRU.

Tutto ormai converge verso tale soluzione e la REGIONE ORA NON PUO’ PIÙ ATTENDERE!

A proposito il nostro allegato comunicato.

Associazione “Chiudiamo la discarica Martucci”

Il Presidente

dott. Vittorio Farella

Ecco il testo del comunicato:

(per scorrere il documento, cliccare in basso a sinistra sulle icone con le frecce)

SEMPRE MAGGIORI SEGNALI DI COMPLICAZIONE

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here