ELEZIONI POLITICHE: ECCO COME SI VOTA DOMENICA 25 SETTEMBRE, CON I FAC SIMILI DI CAMERA E SENATO PER GLI ELETTORI MOLESI

0
243

Nelle imminenti elezioni politiche, per il rinnovo del Parlamento, per la prima volta potranno partecipare al voto per il Senato tutte le persone con più di diciotto anni. Inoltre, si voterà con la modifica costituzionale che prevede un nuovo Parlamento ridotto, composto da 600 rappresentanti: 400 per la Camera dei Deputati e 200 per il Senato della Repubblica. Ecco il metodo di voto, basato ancora sul “Rosatellum”, con i fac simile delle schede che gli elettori molesi riceveranno nei seggi. Si vota SOLTANTO Domenica 25 settembre, dalle ore 07:00 alle ore 23:00.

Le due schede elettorali: Rosa per la Camera e Gialla per il Senato

In tutti i seggi saranno consegnate due schede elettorali di colore diverso: una rosa per la Camera e una gialla per il Senato. All’interno delle schede si troveranno riportati diversi rettangoli contenenti i simboli dei partiti, raggruppati per coalizione, con al fianco un elenco di nomi e sopra un singolo nome scritto in maiuscolo.

Il candidato o la candidata il cui nome è scritto in maiuscolo concorrono per i collegi uninominali, cioè nei quali si elegge un solo o una sola rappresentante, scelti con metodo maggioritario: vince l’unico seggio il candidato della coalizione che prende un voto in più di tutti gli altri. 

I candidati e le candidate i cui nomi sono riportati in stampatello minuscolo a fianco dei simboli di partito, invece, concorrono per i collegi plurinominali. In questo caso i seggi in palio sono più di uno e vengono distribuiti secondo un metodo proporzionale, cioè tra i partiti in proporzione ai voti che hanno ottenuto. I candidati al proporzionale sono “bloccati”, cioè non si può esprimere la preferenza.

Come si vota

Ogni elettore o elettrice esprime due voti, uno per la Camera e uno per il Senato, e questo voto vale sia per il collegio uninominale sia per quelli plurinominali.

CAMERA_PUGLIA_-_P02_-U05-NON_STAMPABILE
SENATO_BARI_P01-U03

Per votare basta solamente tracciare una X, in entrambe le schede, sul simbolo del partito o della coalizione che si vuole votare, oppure sul nome del candidato o della candidata all’uninominale.

Nel primo caso il proprio voto verrà assegnato sia ai candidati al plurinominale del partito scelto, sia al candidato o alla candidata all’uninominale.

Nel secondo caso invece, il voto sarà dato al candidato o alla candidata dell’uninominale, ma verrà poi anche ripartito tra tutti i partiti che lo sostengono, quindi all’intera coalizione. Infine, è possibile anche fare una X sia sul simbolo del partito, sia sul relativo candidato all’uninominale.

Il voto è valido anche se si traccia la X sull’elenco dei candidati al plurinominale, ma non si può votare per uno solo di questi. Le liste infatti sono bloccate e i seggi saranno comunque ripartiti secondo l’elenco in cui compaiono.

Inoltre, non è possibile esprimere il voto disgiunto, cioè tracciare una X sia sul nome di un candidato all’uninominale sia su un partito diverso da quelli che lo sostengono.

(tratto parzialmente da Wired del 17-09-22)

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here