MNB: SFATATO IL TABU OVER TIME, MNB CORSARA A BARI

0
62

Vittoria pesante, vittoria da 4 punti. Torna al successo dopo due stop la MNB, al Pala Balestrazzi non bastano 40 minuti per decretare una vincitrice tra Adria e Mola ma l’over time è tutto di marca bianco blu mentre Bari ci arriva svuotata, complice anche la troppa fatica per i tanti impegni ravvicinati.

Obiettivo terzo posto di nuovo alla portata del roster guidato da coach Castellitto, nella serata in cui ritrova un Brunetti sopra i 20 punti e l’apporto fondamentale di Cesana, Didonna e Alloco. Dilascio, un gradino sotto le sue ultime performarce monstre, ci mette comunque lo zampino con il cambio di ritmo nel tempo supplementare.

LA GARA

Coach Cazzorla reduce dal colpo sfiorato di Corato riparte da Rodriguez, Buzzo, Lupo, Ferraretti e Meystas, Mola si affida al quintetto più gettonato: Dilascio, Angelini, Didonna, Alloco e Brunetti.

Primo quarto: meglio Bari in avvio. Parziale di 16-4 con Lupo e Buzzo sugli scudi e inevitabile time out di un coach Castellitto nerissimo in volto. C’è Cesana al ritorno in campo, buono il suo ingresso, parziale di 0-6 per i passanti. Rodriguez e Buzzo slanciano ancora l’Adria Bari (25-18) che è partita davvero forte.

7-0 Mola in avvio di seconda frazione. Capitan Tanzi ne mette 5, poi riprende a timbrare Bari con l’imponente Meystas. Ravelli e Lupo regalano cioccolatini da tre, mentre Mola dai 6.75 è ancora all’asciutto, l’Adria rimette 7 punti tra sé e gli avversari (46-38), l’ ultimo canestro del primo tempo però arriva dalle mani di Alloco, si va negli spogliatoi sul 46-40 per i padroni di casa.

Terzo quarto con Mola che pare aver trovato la formula giusta in difesa, Bari non fa più male mentre Brunetti e un sempre più positivo Alloco regalano il primo vantaggio esterno di serata. Mola prova l’allungo e ci si presenta allo start dell’ultimo quarto con la MNB davanti di 5 (54-59) in un quarto che ha certificato appena otto punti per i padroni di casa.

Nuovo ribaltone, cinque punti di Ravelli, poi un 2+1 di Meystas, controsorpasso Adria, 62-60. MNB con le polveri bagnate ancora il centro lituano a mandare a vuoto Brunetti col piede perno per il + 6. Cesana sbaglia due liberi, Buzzo li mette entrambi. Sembra la resa con i biancorossi davanti di 8, ma è ancora Brunetti (5) in collaborazione con Alloco a rimettere tutto in discussione (68-67). Si va avanti a strappi ma in perfetta parità fino agli ultimi 14 second in cui accade di tutto: possesso MNB con passi fischiato a Brunetti, 4 secondi, possesso Adria con Rodriguez che cerca il fallo ma trova solo il fondo del campo, mentre in 1.5 secondi ancora Mola a provare il golpe ma la tripla di Angelini a fil di sirena non ha la giusta calibratura. 72-72, si va all’over time. Lo approccia meglio la MNB che sembra avere un filo di energia in più, l’Adria paga l’impegno ravvicinato di martedì con Corato ed anche la panca forzata del suo terminale Meystas. Dilascio time con 2+3 che scardina una difesa bianco rossa a corto di benzina. Bari ci prova ancora con Lupo ma questa volta la traiettoria del giovane barese fa il pieno di ferro. A chiuderla a doppia mandata ci pensa Francesco Didonna da 8 metri e senza ritmo, ma quello che conta è l’atterraggio, nella retina. 77-84, Bari depone le armi mentre Angelini ci mette il carico per un 77-87 che consegna due punti pesantissimi a Mola in ottica play offa ma punisce oltremodo un’Adria giovane, bella e spavalda.

Tabellino MNB

Didonna 8, Alloco 20, Dilascio 15, Angelini 11, Brunetti 21, Cesana 4, Tanzi 6, Stimolo 2. All. Castellitto

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here