CHIESA DI SAN DOMENICO, CONCERTI D’ORGANO: SABATO 16, CON IL DUO SARKSYAN – GUERILLOT

0
28

Sabato 16 ottobre, alle ore 20,00, nella chiesa di San Domenico di Mola di Bari, il Duo Khrystyna Sarksyan (flauto) e Quentin Guérillot (organo) terrà un concerto nella Dodicesima Edizione dei Concerti per Organo organizzati da Arte&Musica, l’associazione culturale molese presieduta da Margherita Sciddurlo.

COMUNICATO DA ARTE&MUSICA – Mola di Bari

Concerto per Flauto e Organo

Duo Khrystyna Sarksyan e Quentin Guérillot

Mola di Bari – Chiesa S. Domenico; ore 20,00

Il Concerto ricorderà Domenico Campanile (1924-2019) che nel 2018 donò l’organo Zanin sul quale si tengono i Concerti di San Domenico, che, come è noto, si aggiungono ai famosi Concerti di Santa Maria del Passo all’antico Petrus de’ Simone nella chiesa Sant’Antonio.

Khrystyna Sarksyan, nata a Kharkiv (Ucraina), grazie a borse di studio ricevute da AGBU, Meyer e Kriegelstein Foundations ha continuato gli studi in Francia dove si è laureata presso la Scuola Normale di Musica di Parigi con Alfred Cortot mentre al Conservatorio Nazionale Superiore di Musica e Danza ha conseguito la laurea specialistica in musica da Camera e in Flauto Traverso nel 2020. Ha partecipato a concorsi nazionale e internazionali vincendo prestigiosi premi. Come solista è membro di orchestre sinfoniche e da camera; ha suonato nelle più prestigiose sale da concerto del Mondo e come solista ha suonato sotto la direzione di grandissimi direttori d’orchestra e con i più importanti musicisti del mondo. Alla sua attività concertistica affianca quella didattica. Ha prodotto numerosi CD e ha scritto, registrato e presentato un programma radiofonico sui flauti storici a Montecarlo e un programma radio negli USA. Di lei hanno scritto…… “è senza dubbio una delle più interessanti flautiste della sua generazione “(Bruno Mantovani), “è un’artista dal talento eccezionale” (Pierre-Yves Artaud),” è una delle persone più talentuose che abbia mai incontrato durante la mia carriera“ ( Alexis Kossenko).

Khrystyna Sarksyan

Quentin Guerillot, nato a Mulhouse (Francia), ha iniziato i suoi studi musicali nella città natale per continuarli presso il Conservatorio di Strasburgo nelle classi di Organo, Clavicembalo e Pianoforte per trasferirsi presso il Conservatorio Superiore di Musica Nazionale a Parigi (organo, clavicembalo, basso continuo e composizione). Si è specializzato sul clavicembalo all’Università di Musica a Ginevra con L. Alarconi; ha studiato presso la Hochschule di Musica di Amburgo e nell’ambito di un “Programma Erasmus” ha partecipa ad un master-classe con L. Ghielmi. Ha approfondito il repertorio organistico italiano con A. Macinanti. Nel maggio 2018, a soli 25 anni, diventa Organista Titolare del primo organo Cavaillé-Coll presso la Cattedrale di Saint-Denis. Appassionato di strumenti sia storici che moderni, tiene numerosi recital in Francia e all’estero e ha suonato sotto la direzione di prestigiosi direttori. Ha composto pezzi musicali fra i quali il Concerto per tromba e flauto intitolato “Carta bianca” per il Festival Internazionale di Musica di Saint Denis nel 2019. Insegna organo e clavicembalo presso la Scuola di Langres e organo e composizione presso il Conservatorio di Chaumont. Il suo primo CD “L’orgue chambriste, du salon à la salle de concert” è stato acclamato all’unanimità dalla critica specializzata (Choc de Classica) e Q. Guerillot, concertista riconosciuto in Europa, desidera dedicarlo all’etichetta discografica INITIALE del Conservatorio di Parigi che lo ha prodotto.

Quentin Guerillot

A Mola, Khrystyna Sarksyan e Quentin Guerillot eseguiranno:

Guillaume Lasceux (1740-1831) – Concerto de flûte (arrangement Quentin Guérillot)

Jehan Alain (1911-1940) – Trois mouvements per flauto e organo

Johann Sebastian Bach (1685-1750) – Pièce d’orgue in sol BWV 572

Jean-Jacques Beauvarlet Charpentier (1734-1794) – Dialogue de flûte et de hautbois

Antonio Vivaldi (1678-1741) – Concerto per piccolo e organo RV 443

La partecipazione del concerto avverrà nel rispetto delle norme previste per il contrasto al coronavirus. L’ingresso è libero; è consigliata la prenotazione fino ad esaurimento dei posti (Info: Tel.  +39 340 3761550).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here