AVIS MOLA RUNNING: TRE GARE CON IMPORTANTI RISULTATI

0
241

Ecco il resoconto delle gare di Roma, Policoro e Locorotondo dell’AVIS Mola Running.

di Vitantonio Brunetti
 
Siamo a Roma il 19 settembre quando, alle prime luci dell’alba, ore 6,45 ripartono le grandi maratone italiane.
 
Il “Nessun Dorma” di Giacomo Puccini, cantato dal tenore Carlo Assogna, precede la partenza di circa 5.000 atleti.
 

Per l’Avis Mola Running sono presenti Leonardo Panzini e Giuseppe Marraffa; quest’ultimo alla sua prima maratona.

Riportiamo le sue parole per descrivere questa sua prima esperienza:
 
“Alla fine il gran giorno è arrivato, la mia prima maratona: Roma. Tensioni ed incertezze  prima della partenza. Sento lo sparo di inizio ed inspiegabilmente, all’improvviso, mi sento rilassato, Le gambe fanno il loro lavoro, come la testa. Non penso a quanto manca e mentre subisco il fascino della città di Roma, km dopo km, il ritmo cresce, Penso : Caspita posso chiuderla anche prima del previsto. I problemi, però, iniziano al 30 km, confermando i timori legati al fatidico “muro del trentesimo km” (chiariamo per i non addetti ai lavori, il muro, intorno al 30° km, su cui si sono infranti i sogni di gloria di molti runner, momento in cui un maratoneta si sente svuotato di energie al punto da dover prima rallentare il ritmo e poi addirittura fermarsi). D’altronde, qualcuno più esperto di me lo ha detto più volte. Bhè, ho potuto provarlo sulla mia pelle. Avverto dolori dappertutto, rallento, sono sul punto di fermarmi e la temperatura di questa calda giornata non aiuta. Con tanta fatica, e, soprattutto, facendo affidamento sulla “testa” recupero il ritmo, Ci siamo, gli ultimi 200 metri. Ho concluso la mia prima maratona, Km 42,195 in 3 h 43’49” .
Vorrei ringraziare gli amici di corsa che hanno reso i miei allenamenti intensi ed entusiasmanti.” 
 
Certo questa sua prima maratona corsa attraversando la Caput Mundi con tutti ed i suoi grandiosi monumenti, San Pietro, il Colosseo, Piazza Navona e tanti altri, costituisce una meravigliosa esperienza che resterà indelebile nei suoi ricordi, peraltro portata a termine con un ottimo tempo di percorrenza, classificandosi al posto 902 su 4.377 arrivati.
 
L’altro molese, Panzini Leonardo, dopo un’ottima gara, chiude al posto 686 in 3 h 37’19”, tempo che costituisce il miglior risultato cronometrico tra tutti i molesi presenti alla gara, seppur tesserati per altre società.
 
Da Roma passiamo a Policoro(PZ) dove si sta svolgendo dal 15 settembre al 2 ottobre l’ “Italian Ultramarathon Festival” .
 
Manifestazione con numerose gare, dalla maratona,  ai 50,100 e 1.000 km e 1.000 miglia, nonchè la 6 e 10 giorni di corsa ed altre. Le gare più lunghe sono da completare in più giorni mentre per la maratona è possibile portarne a termini una al giorno.
 
Questa regola permette a Brunetti Vitantonio di correre 2 maratone il 19 ed il 26 settembre, incrementando il già alto numero di gare portate a termine in questa disciplina.
 
Chiusa il 2 la manifestazione di Policoro passiamo a Locorotondo dove il 3 ottobre è in programma la I^ Edizione della “Maratona della Valle d’Itria”, gara nazionale che gli stessi organizzatori definiscono la più dura d’Italia. Presenti per l’Avis Mola Running Panzini Leonardo e Brunetti Vitantonio .
 
Presenti circa 100 iscritti, che alle ore 9,00 di una giornata calda e soleggiata partono su un circuito di 21,0975 km da ripetere 2 volte.
 
Ci si addentra, superando continue salite e discese, nelle strade rurali della Valle,  costellate di trulli e di una vegetazione verde, mentre sul bordo della strada si notano tanti ciclamini di un colore rosa vivo.
 
(cliccare sulle immagini per ingrandire)
 
 
Intorno al km.15 e successivamente al 36 si lascia la valle per passare nel centro storico di Locorotondo, ahimè posto nella parte più alta del Comune, con una salita di circa 400 metri che contribuisce a rendere sempre più dura la competizione. La definizione di “maratona più dura d’Italia” è senz’altro appropriata.
 
I due molesi affrontano la gara col massimo impegno, ma, con differenti obiettivi, mentre Panzini si mantiene costantemente nelle posizione di testa, Brunetti, con spirito decubertiano, si accontenta di portare avanti la gara al meglio delle sue possibilità.
 
La gara viene vinta da Mirizzi Vincenzo della A.S. Amatori Putignano in campo maschile, e, per le donne da Lelario Teresa del Running Club Torremaggiore, campionessa italiana del 2021, per la categoria SF45, nella 100,00 km  .
 
Tra questi campioni, Panzini, con grande agonismo, termina la gara al settimo posto assoluto col tempo di 3 h 39′ 41″, risultato cronometrico davvero importante, a livello amatoriale, su un percorso così duro.
 
Soddisfazione anche per Brunetti, che porta a termine la sua gara, mentre solo 57 atleti riescono a portare a termine questa dura competizione.
 
Dopo l’ultimo arrivo, l’organizzazione ringrazia i partecipanti dando appuntamento al prossimo anno.
 
ASD Avis Mola Running
 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here