RIAPRE IL CASTELLO ANGIOINO, CON UNA MOSTRA DEI GIOVANI DELL'”OFFICINA DELL’ARTE”

0
173

Dal 9 al 12 settembre, l’associazione Officina dell’arte inaugura la nuova gestione di alcuni spazi del Castello di Mola di Bari con una mostra-evento, in cui verranno presentati i risultati del lavoro di ricerca e co-progettazione dei laboratori XYZ a cura de “La Scuola Open Source” e le opere frutto della decima edizione della residenza per artisti Con.divisione.

Comunicato stampa

L’associazione molese Officina dell’arte – APS, vincitrice Luoghi Comuni – iniziativa promossa dalle Politiche Giovanili della Regione Puglia e ARTI finanziata con risorse del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione 2014-2020 e del Fondo Nazionale Politiche Giovanili inaugura il biennio di gestione di alcuni spazi del Castello Angioino-Aragonese di Mola di Bari, con il primo evento che dal 9 al 12 settembre presenterà alla comunità il lavoro realizzato da più di 60 partecipanti, docenti ed artisti che per 9 giorni hanno cooperato, immaginato e progettato insieme per il riscatto di questo edificio storico.

Nel periodo precedente all’inaugurazione, i partecipanti selezionati ai laboratori XYZ a cura de La Scuola Open Source, divisi in 3 gruppi di lavoro gestiti da docenti e tutor di altissimo livello, si sono occupati della progettazione del sistema d’identità visiva, dei dispositivi polifunzionali degli spazi e della governance di questo futuro centro di ricerca e produzione culturale sul territorio pugliese.

Contemporaneamente gli artisti presenti alla residenza Con.divisione, giunta alla sua decima edizione, hanno interagito con lo spazio, partendo dalle loro reciproche esperienze, utilizzando diversi media e con un’ attitudine tesa a riconsiderare costantemente il presente in modo critico e costruttivo.

I due format, quello didattico, di ricerca  e di co-progettazione XYZ avviato già da tempo da La Scuola Open Source come strumento di innovazione sociale e culturale, e quello di Con.divisione, residenza per artisti concepita dal 2012 come momento di scambio ed interazione di competenze ed esperienze per autori italiani e stranieri, hanno permesso in questo periodo di far rivivere il Castello Angioino-Aragonese con il comune obiettivo di convertire questo luogo in un centro propulsore per la ricerca artistica e la formazione interdisciplinare, attraverso  un approccio partecipativo e site specific.

Il 9 settembre alle ore 20 verranno quindi presentati al pubblico i risultati finali dei laboratori XYZ e successivamente inaugurata la mostra-evento di Con.divisione all’interno dei vari spazi del Castello.

Officina dell’Arte, con questo primo evento intende dare l’avvio ad una programmazione, che possa  mettere in comunicazione la tradizione locale con i linguaggi del contemporaneo, trasformando così il Castello in uno spazio organizzato ed animato da attività didattiche, spettacoli, mostre, eventi e forum cittadini, fruibile ed accessibile alla comunità di Mola di Bari e che possa  interagire simultaneamente con il panorama culturale nazionale ed internazionale.

INGRESSO LIBERO CONTINGENTATO DALLE NORMATIVE ANTI-COVID 19

Iniziativa finanziata con risorse del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione 2012-2020 e del Fondo Nazionale Politiche Giovanili

Vincitore dell’Avviso Luoghi Comuni – diamo spazio ai giovani

Per maggiori informazioni sul programma:

officinadellarte.mola@gmail.com

residenza.con.divisione@gmail.com

Per informazioni sui laboratori XYZ:

info@lascuolaopensource.xyz

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here