“MAUL 2021”: VENTO FREDDO, MA FIAMMA VIVA D’AMORE E RICONOSCENZA PER ENZO DEL RE

0
224

Lo spettacolo in onore del grande cantautore molese, nelle parole dello scrittore e artista Piero Fabris: “I messaggi di Enzo soffiano impetuosi, navigano tra le onde superando il cuore scuro e la bocca amara, le lacrime e la pioggia, rispecchiano con vividi riverberi l’arcobaleno immaginario che rappresenta.”

MAUL OMAGGIO A ENZO DEL RE. IL CONCERTO ALL’ARENA CASTELLO DI MOLA DI BARI

Arena Castello Mola di Bari, ore 21,00, terza edizione, concerto “MAUL Omaggio a ENZO Del Re.

Tutti i posti occupati nonostante il vento soffia e si fa sentire.

Un appuntamento fortemente voluto da Domenico Sparno (libreria Culture Club Cafè), Luciano Perrone (Presidente ETRA), il Comune di Mola di Bari e con il supporto di Puglia Sounds, Teatro Pubblico Pugliese.

Un concerto riuscito grazie alla professionalità di una squadra collaudata, dove tutti insieme, in armonioso coordinamento (Timisoara Pinto – direzione artistica; Luciano Perrone, Michele Campanella – Regia organizzativa; Domenico Sparno – Coordinamento territoriale; Annamaria Minunno -Ufficio Stampa), a dieci anni dalla dipartita di Enzo del Re (6 Giugno 2011) hanno organizzato un evento che sottolinea l’attualità e la lucidità delle visioni dell’artista nato a Mola di Bari il 24 gennaio 1944.

Il Linguafono seppe fare delle proprie composizioni strumenti di provocazione e veicolo di istanze dei bisogni profondi del popolo.

Un autentico artista di piazza, allergico ai salotti, refrattario alle lusinghe della passerella in televisione che troppe volte diviene strumento narcotizzante, mero intrattenimento, piuttosto che servizio pubblico sociale.

L’essere sugli schermi a volte favorisce il distacco/ separazione dalla gente del quale l’intellettuale è interprete sensibile, non un essere superiore.

La serata aperta da Timisoara Pinto e Annamaria Minunno ha dato subito la parola ad Andrea Satta e Ascanio Celestini con i quali i presenti sono divenuti compagni di viaggio, senza confini e preconcetti, sussultando su un TRAM le cui stazioni sono binari di Realtà suburbane assurde e vere, nascoste, taciute sublimate, eppur vibranti attraverso sogni di giustizia dell’autista, al quale per regolamento non si parla!

Alcuni momenti dello spettacolo del 2 settembre 2021 (cliccare sulle foto per ingrandire)

Un prologo, umoristicamente affilato, una provocazione intelligente sul mondo del lavoro alienante al quale il Del Re avrebbe reagito con ritmo e soffio battente: “Lavorare con lentezza senza fare alcuno sforzo/chi è veloce si fa male e finisce all’ospedale/ in ospedale non vi è posto e si può morire presto”.

Enzo Del Re vive attraverso i suoi testi che sono sorprendentemente attuali!

Ispira con i suoi ritmi e vocalizzi: acclarati rintocchi per le coscienze!

Non ci sorprende se come Matteo Salvatore a detta di Aldo Patruno è considerato un “Bene Culturale della Puglia”. Sono in tanti a riconoscergli primati e originalità da Beppe Barra a Tonino Zurlo.

Disegno di Piero Fabris per la 1a edizione di “Maul”

Un Modello per Ginevra Di Marco, Enrica Mou, Roy Paci, Piero Orengo e Oretta Orengo che sanno cogliere e riconoscere nel dialetto colore, sapore intenso, una forma immediata che trasmette valori dalle radici profonde.

Il CantaProtestAutore è una bussola.

Disegno di Piero Fabris in occasione della 2a edizione di “Maul”

I suoi lavori sono motivo di riflessione per quanti come Vito Quaranta da tempo li rielabora (Un CD vedrà la luce a fine novembre), ma sempre e ancora i messaggi di Enzo soffiano impetuosi, navigano tra le onde superando il cuore scuro e la bocca amara, le lacrime e la pioggia, rispecchiano con vividi riverberi l’arcobaleno immaginario che rappresenta: un carretto di idee che con schiettezza e ironia  allergica al compromesso lascia in eredità a chi si adopera per un mondo migliore e ancora pensa, usa la propria testa per guardare al bene comune. 

Disegno di Piero Fabris per la 3a edizione di “Maul”, 2 settembre 2021

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here