STASERA, VENERDI 23, CONSEGNA DEL TAXI SOCIALE ALL’AVIS

0
81

Nell’Arena Castello, alle ore 20:00, il Comune di Mola consegna il mezzo di trasporto adibito al servizio dell’Associazione AVIS. Ecco a quali servizi verrà adibito e chi ne potrà usufruire.

COMUNICATO STAMPA

Al via a Mola il servizio di taxi sociale. Stasera, 23 Luglio alle ore 20.00, nell’Arena Castello, il Comune di Mola consegnerà ufficialmente all’Associazione AVIS – Sezione Comunale di Mola di Bari, con cui è stata sottoscritta apposita convenzione, il mezzo di trasporto adibito a servizio di Taxi sociale.

Obiettivi: facilitare la mobilità dei cittadini più fragili e promuovere l’autonomia dei soggetti a rischio emarginazione o che hanno difficoltà nell’accesso ai tradizionali mezzi di trasporto.

A questo punta la collaborazione tra l’Ente locale e l’associazione, in un’ottica di politiche sociali finalizzate al miglioramento del benessere delle persone svantaggiate.

Il servizio di Taxi Sociale è assicurato in maniera gratuita per i cittadini ed è erogato, di norma, tutti i giorni feriali, dal lunedì al venerdì, dalle ore 7.30 alle 20.

Per particolari esigenze si potrà prevedere un orario differente di funzionamento del servizio, previo accordo tra le parti. Il trasporto consiste nel prelievo del richiedente a domicilio, l’accompagnamento nel luogo previsto e, se necessario, l’attesa ed il ritorno a casa.

Nel rispetto della normativa antiCovid e soprattutto per andare incontro alle ulteriori esigenze determinate dalla pandemia, il servizio di Taxi Sociale strutturato prevede l’accompagnamento presso:

  • strutture sanitarie e riabilitative e  presidi medici generici e specialistici;
  • il Centro Aperto Polivalente Anziani di Mola e i presidi socio-culturali del territorio;
  • il Punto Vaccinale di Popolazione (hub), sito nel Palazzetto dello Sport “Vito Pinto” di Mola di Bari;
  • uffici e servizi per il disbrigo di pratiche di accertata utilità sociale.

Potranno accedere al Servizio tutti i residenti nel Comune di Mola di Bari che si trovano in una o più delle seguenti condizioni:

  • anziani ultrasessantacinquenni (non autosufficienti o parzialmente autosufficienti) privi di capacità autonoma nella mobilità e di una rete familiare di supporto;
  • pazienti oncologici o affetti da gravi patologie che richiedono cicli di cura continuativi;
  • disabili impossibilitati ad usare altri mezzi per gli spostamenti urbani;
  • persone adulte affette da momentanea e certificata patologia invalidante, impossibilitate ad usare altri mezzi.

Si precisa che il servizio non è rivolto ai disabili gravi che necessitano di essere accompagnati alle strutture sanitarie e riabilitative, per i quali l’Ambito Sociale Territoriale di Mola-Rutigliano-Noicattaro, in collaborazione con la Asl di Bari, già garantisce uno specifico servizio specialistico di trasporto.

In parte già disponibile in passato, il servizio è stato ampliato in base alle necessità dettate dall’emergenza sanitaria e alle mutate esigenze dei potenziali fruitori. Novità dell’attuale convenzione, infatti, è la disponibilità al trasporto anche per i pazienti oncologici o affetti da patologie di particolare gravità che richiedono cicli di cura continuativi. Le modalità di accesso al Servizio saranno gestite direttamente dal Comune di Mola. La domanda di prenotazione dovrà essere rivolta, su apposita modulistica, al Segretariato sociale del Comune, almeno sette giorni prima della data in cui si richiede la prestazione, salvo comprovati motivi di urgenza. Il Segretariato Sociale, previa una valutazione delle condizioni socio-economiche del richiedente, provvederà a concordare con l’AVIS tempi e modalità di erogazione del servizio.

Per il sindaco, Giuseppe Colonna si tratta di “un servizio fondamentale per tutta la cittadinanza e soprattutto per chi vive una condizione di isolamento e difficoltà. Il Covid ha acuito le distanze e le fragilità e dare un supporto pratico e soprattutto umano a chi non ha alcuno a cui rivolgersi crediamo sia fondamentale. Ringrazio l’Associazione AVIS. Sono sicuro che saprà con la consueta disponibilità e sensibilità essere vicina ai nostri cittadini più bisognosi”.

“Il Covid ci ha tenuti distanti, ma ci è stato anche da stimolo per ampliare la nostra rete di intervento ed aiuto – afferma l’assessora alla Città inclusiva e solidale, Lea Vergatti –  I nostri concittadini devono sapere che non sono soli nelle difficoltà e poter contare sull’Ente Comunale e sul prezioso supporto dell’Associazionismo locale”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here