A TORRE A MARE SI CAMBIA! PENDOLARI MOLESI COSTRETTI A ORARI E PERCORSI IMPOSSIBILI…

2
880

Servizio ferroviario precario e costo degli abbonamenti in continuo aumento.

Riceviamo dal sig. Luca Andrea Furio e pubblichiamo:

Buongiorno Redazione di Mola Libera,

ho da segnalare i disservizi del trasporto ferroviario a discapito dei pendolari Molesi e Polignanesi che ogni giorno fruiscono del treno per spostarsi per motivi lavorativi o di studio.

Dato che tutto tace da cittadino e da pendolare mi sento in dovere nel risollevare la questione anche raccogliendo pareri da parte di altri utenti che seguono il Vostro giornale.

Nella rimodulazione del nuovo orario estivo di Trenitalia si protrae lo stesso disagio ormai d’abitudine da anni: per raggiungere Bari-Brindisi-Lecce e le annesse fermate intermedie, il pendolare è costretto a prendere il treno all’alba per arrivare in orario, oppure effettuare numerosi cambi per raggiungere la destinazione con lo svantaggio dei costi, tempo di attesa e percorrenza raddoppiati e di conseguenza rinunciare al treno (il treno dovrebbe incentivare il viaggiatore a limitare l’uso della macchina e ridurre il traffico sulla ss16) e vedendo la desolata stazione di Torre a mare come INUTILE interscambio a favore di chi?

Ormai il pendolare accetta i vincoli di un servizio molto deficitario essendo stufo di inviare continui reclami a vuoto a chi di competenza.

Le alte cariche anni fa definirono il seguente orario come un vantaggio per il pendolarismo ma a parer mio vedo solo un servizio ferroviario che fa acqua da tutte le parti (ricordiamoci che ci hanno soppresso il servizio ferroviario metropolitano Mola-Molfetta molto utile per smistare i pendolari).

Le chiedo cortesemente di pubblicare il seguente reclamo sulla Vostra pagina affinché gli altri possano esprimere pareri e raccogliere eventuali reclami.

La ringrazio anticipatamente e buona giornata.

 

2 Commenti

  1. Condivido pienamente quanto espresso dal sig Luca Andrea Furio, trovo quantomeno vergognoso il fatto che si debba cambiare treno a Torre a mare con tutti i disagi e perditempo che ne derivano, nn soltanto x studenti e pendolari, ma anche per chi come me che settimanalmente e’costretto per ragioni lavorative, a percorrenze di circa 900 km in treno o aereo, arrivando cosi’ quasi a casa, c’e’ l’odissea di aspettare ancora coincidenze nn soltando a Bari ma anche a torre a mare. Chiedo pertanto anche io che la redazione di Mola libera faccia la sua parte nel farsi sentire con chi di competenza affinché si possa rendere piu’ agevole e fruibile il servizio ferroviario disincendivando in questa maniere anche l’uso dell’automobile.

  2. Purtroppo siamo di fronte a l’ennesimo è annoso dilemma di questo ramo regionale di ferrovia, negligenza e lassismo da parte dei “grandi cosiddetti manager”, che fra l’altro sono sempre le persone sbagliate al posto sbagliato, ma che a qualcuno fanno comodo (le persone sbagliate). Sollecitiamo l’importanza di segnalare i problemi e non rinchiudersi nel mutismo/rassegnazione di altri pendolari e utenti i quali non giovano a nessuno, nemmeno a loro stessi..! Sensibilizzazione Passaparola Denunce Rimostranze, per avviare un processo di risanamento e ottimizzazione dei disservizi..!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here