NAVITA VINCE L’APPALTO RIFIUTI PER 4 COMUNI. I MOLESI PENALIZZATI DAI NUOVI COSTI. IL SINDACO SPIEGHI IL PERCHE’

2
1678

La Navita, in ATI (Associazione Temporanea di Impresa) con un’altra ditta, si è aggiudicata l’appalto per 5 anni della raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani dell’ARO BA8 che comprende: Monopoli (capofila), Mola, Conversano e Polignano. I molesi sosterranno i costi pro capite maggiori, dopo i polignanesi. I costi più bassi agli abitanti di Monopoli Ecco la determina di aggiudicazione.

A cura del Comune di Monopoli, capofila, è stata aggiudicata di recente la gara per l’affidamento per 5 anni del servizio di raccolta e trasporto rifiuti solidi urbani e servizi di igiene urbana nei comuni del bacino ARO BA/8 (Monopoli, Conversano, Mola e Polignano).

Ne aveva già dato notizia il Sindaco Colonna, raggiante, in una delle ultime sedute di Consiglio comunale, comunicando l’avvio del nuovo sistema a gestore unico fin dal prossimo 1° luglio.

Alla gara hanno partecipato 5 aziende, singole o in RTI (Raggruppamento Temporaneo di Imprese):

Ad aggiudicarsi l’ingente appalto è stata la RTI Navita – Si. Eco Spa, con un ribasso a base d’asta molto contenuto, di appena il 3,07%, per un valore complessivo in 5 anni di € 79.083.567,32 oltre IVA.

Quindi, la NAVITA partendo da Mola si allarga a gestire l’intero comprensorio dell’ARO (Ambito di Raccolta Ottimale) BA8 comprendente 115.740 abitanti.

Rimane al momento non spiegato perchè i molesi dovranno sostenere un onere pro capite ben maggiore di quello spettante agli abitanti di Monopoli, oltre che a quelli di Conversano.

Ecco infatti i costi per abitante dei 4 comuni comprendenti l’ARO BA8:

POLIGNANO A MARE

Abitanti al 01-01-2021 17.491 – Costo pro capite: € 867,50

MOLA DI BARI

Abitanti al 01-01-2021 24.570 – Costo pro capite: € 710,68

CONVERSANO

Abitanti al 01-01-2021 25.813 – Costo pro capite: € 637,32

MONOPOLI

Abitanti al 01-01-2021 47.866 – Costo pro capite: € 626,70

Resta da chiarire a cura del Sindaco di Mola perchè il costo pro capite che verrà scaricato sui molesi con la TARI (ricordiamo che, per legge, il costo dell’appalto rifiuti grava interamente e direttamente sulle tasche dei contribuenti) risulta il più alto tra i 4 comuni, dopo quello di Polignano.

E’ probabile che su Polignano gravino i notevoli costi legati alla raccolta e allo smaltimento di ingenti quantità di rifiuti prodotti da un’attività turistica di grande mole rispetto a quella che si esercita sul territorio molese.

Tuttavia, non si comprende perchè Conversano, con una popolazione maggiore di quella molese, debba pagare meno a livello pro capite.

E soprattutto perchè addirittura Monopoli sosterrà i costi per abitante più bassi dell’intera ARO BA/8, sebbene annoveri una popolazione praticamente doppia di quella molese, una notevole base produttiva – industriale, artigianale e commerciale -; un porto ben più ampio di quello molese, sia per attività peschereccia che commerciale; un’attività turistica molto sviluppata, tra le prime della regione; e un territorio comunale molto più vasto di quello molese, con numerose contrade popolose e abitate tutto l’anno.

Il Sindaco di Mola ha fatto gli interessi della nostra popolazione? Può spiegare con quali criteri sono stati ripartiti i costi dell’appalto tra i comuni? Può illustrare comunque quali reali e concreti vantaggi ne deriveranno a Mola e ai molesi dal nuovo appalto?

Sono tutte domande che abbiamo già posto alcuni mesi fa, in fase di diffusione del bando di gara, ma che non hanno ottenuto mai risposta.

Ora che la gara è stata aggiudicata e che gli importi sono definitivi è doveroso da parte di Colonna fornire ampi chiarimenti alla popolazione, in specie con i nuovi servizi e vantaggi che (speriamo) verranno resi alla popolazione molese.

Intanto, pubblichiamo il verbale di aggiudicazione, mentre nei prossimi giorni pubblicheremo il disciplinare dei servizi che la NAVITA, gestore unico, dovrà fornire in maniera omogenea (oltre che specifica in alcuni casi) agli abitanti dei 4 Comuni.

Ci auguriamo per davvero che dietro questa mega gara di appalto non sia in agguato l’ennesima fregatura a carico dei contribuenti molesi e, soprattutto, di quanti tra essi hanno sempre adempiuto con senso del dovere e precisione le norme sulla raccolta differenziata che, al momento, non ha comportato, dopo anni di esercizio, alcun risparmio per i cittadini virtuosi.

Ecco il verbale di aggiudicazione:

(per scorrere il documento, cliccare in basso a sinistra sulle icone con le frecce)

appalto unico alla navita
da sinistra: l’ex Assessore all’Ambiente Lucia Parchitelli (oggi consigliere regionale PD), l’Amministratore unico della Navita srl dott. Francesco Roca, il Sindaco Giuseppe Colonna in un incontro pubblico del maggio 2019

2 Commenti

  1. Difatti: il Sindaco spieghi il perché di questa continuità esiziale, di questo “primato” deleterio nella ripartizione della citata “tassa”, ove Mola è costretta a non avere rivali. Quindi possiamo asserire non senza malumore, che nel bene Mola è sempre l’ultima è nel male sempre la prima..!? Vogliamo che la tendenza si inverta, in certe classifiche non vogliamo più primeggiare..!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here