LOTTA ALLA XYLELLA, ENTRO IL 10 MAGGIO DOVRANNO ESSERE ARATI E PULITI I TERRENI AGRICOLI

1
343

Lotta alla Xylella, il Comune di Mola impegnato negli interventi di manutenzione del verde nelle aree incolte. Il sindaco Colonna: “Un appello a tutti gli agricoltori perché rispettino le disposizioni della Regione Puglia, a tutela delle nostre colture e della nostra identità. Ciascuno deve fare la sua parte”. Il piano d’azione 2021 della Regione fissa al 10 maggio prossimo il termine per effettuare gli interventi previsti.

COMUNICATO STAMPA

“Come rallentare la diffusione di Xylella fastidiosa” è il tema del seminario online organizzato nei giorni scorsi dai Comuni di Mola, Polignano e Rutigliano per presentare il piano d’azione 2021, approvato dalla Regione Puglia, per contrastare la diffusione del killer degli ulivi pugliesi.

Il Piano obbliga, entro il 10 maggio, proprietari e conduttori di terreni agricoli, privati cittadini e gli enti pubblici proprietari e/o gestori delle superfici agricole non coltivate, aree a verde pubblico, bordi delle strade, canali, superfici demaniali, a effettuare interventi di lavorazione dei terreni.

Tra le altre cose è necessario procedere con la potatura ordinaria che deve essere eseguita entro il termine del periodo primaverile, e comunque prima di effettuare i trattamenti fitosanitari. Bisogna anche effettuare l’aratura sulle superfici coltivate, in modo da interrare completamente le erbe infestanti.

Obiettivo: fermare la diffusione del batterio Xylella agendo sulla circolazione del vettore dell’infezione, la “sputacchina”, che vive sulle erbe spontanee.

In questa direzione, proseguono gli interventi anti-Xylella del Comune di Mola, con particolare riferimento alla manutenzione del verde nelle aree incolte.

“C’è bisogno della collaborazione di tutti – sottolinea il sindaco di Mola, Giuseppe Colonna –  ciascuno deve fare la sua parte, perché la posta in gioco è molto alta. Non adempiere all’obbligo regionale significa rischiare pesanti sanzioni, ma soprattutto mettere a repentaglio le nostre colture, la nostra identità, un patrimonio inestimabile che siamo chiamati tutti a tutelare”.

Sulle superfici su cui insistono piante di olivo, è obbligatoria la lotta fitosanitaria, con insetticida registrato in etichetta, sia sulla coltura che sul parassita, al fine di abbattere la popolazione adulta degli instetti vettori, con due interventi all’anno nei mesi di maggio e giugno a seguito delle indicazioni diffuse dal Servizio fitosanitario regionale.

Il materiale risultante dalla potatura deve essere distrutto in loco tramite trinciatura o bruciatura, mentre il trasporto fuori dai fondi per l’utilizzo a scopi energetici, è consentito nel periodo dicembre-marzo. Nei restanti mesi solo dopo aver eseguito la disinfestazione dei materiali e dei mezzi di lavorazione e trasporto.

Sul sito del Comune di Mola le informazioni dettagliate sulle misure di contenimento e prevenzione della Xylella al seguente link:

https://www.comune.moladibari.ba.it/xylella-fastidiosa-misure-di-contenimento-e-prevenzione

1 commento

  1. Altro batterio creato in laboratorio, fatto per distruggere gli stupendi olivi secolari Pugliesi, per distruggere l’agricoltura Pugliese, per fare spazio ad altre emergenti. Sotto c’è lo zampino della mala politica che vuole distruggere l’Italia e gli Italiani, avendo di fatto svenduto la nostra Unica bella Ineguagliabile striscia di terra (l’Italia), striscia di terra la nostra da sempre ambitissima dagli albori, da tutti i conquistatori del passato ma anche dai nuovi del presente, non dimentichiamolo, perché la bestia umana non placherà mai la sua sete innata di ruberie e invasione ecc ecc..! Riflettiamo..!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here