COVID. ECCO IL PIANO VACCINALE IN PUGLIA PER CLASSI DI ETA’. CONSULTA LA TABELLA PER PRENOTARTI

0
1008

La Regione Puglia ha finalmente definito il Piano vaccinale, sia per i soggetti deboli con gravi disabilità e serie patologie, che per le classi di età dei nati entro il 1961. Ecco la tabella con le date per prenotarsi.

Finalmente la Regione Puglia è riuscita a varare il suo Piano vaccinale.

Le persone a forte rischio di sviluppare il Covid in forma grave avranno la precedenza

Le patologie che rientrano nella priorità assoluta per la vaccinazione anti Covid-19 sono quelle indicate dalle raccomandazioni del ministero della Salute.

Le aree sono le seguenti:

malattie respiratorie: malattie cardiocircolatorie; malattie neurologiche; diabete/altre endocrinopatie severe (quali morbo di Addison); fibrosi cistica; insufficienza renale/patologia renale; malattie autoimmuni-immunodeficienze primitive; malattia epatica; malattie cerebrovascolari; patologia oncologica; emoglobinopatie; sindrome di Down; trapianto di organo solido e di cellule staminali emopoietiche; grave obesità; Hiv.

A queste si aggiungono anche i soggetti con disabilità fisica, sensoriale, intellettiva, psichica (disabili gravi ai sensi della legge 104/1992 art. 3 comma 3), e con loro familiari conviventi e caregiver che forniscono assistenza continuativa in forma gratuita o retribuita.

Le persone estremamente fragili

Precisato questo, dopo notevoli proteste delle associazioni che proteggono i disabili gravi e le persone con serie patologie, si è arrivati a definire che la vaccinazione per gli estremamente fragili dovrà essere assicurata a partire dal 6 aprile, anche se è una data fin troppo in là nel tempo.

Per i minori estremamente vulnerabili che non rientrano nella campagna a causa della fascia d’età, è stato chiarito dall’Assessore Lopalco che saranno vaccinati i genitori, i tutori o gli affidatari.

Queste sono le patologie delle persone che verranno vaccinate con un piano specifico a partire dal 6 aprile.

Insufficienza renale/patologia renale (dializzati); trapianto di organo solido e di cellule staminali (sia trapiantati che in attesa di trapianto); pazienti affetti da talassemia, anemia a cellule falciformiossia; onco-ematologici; personale in condizione di estrema vulnerabilità in altre aree di patologia.

Tutti questi soggetti saranno vaccinati nei centri specialistici dove sono seguiti per le loro patologie, tranne per l’ultima categoria che potrebbe essere vaccinata anche dai medici curanti.

“Non sarà necessaria alcuna prenotazione – specificano dalla Regione – perché saranno direttamente contattati dal loro medico”.

I caregiver (cioè le persone che si prendono cura diretta delle persone con gravi disabilità e gravi patologie) e i familiari conviventi saranno vaccinati contemporaneamente al soggetto curato.

Over 80 con vaccinazione domiciliare, soggetti estremamente vulnerabili e disabili gravi

Queste persone saranno vaccinate dai medici di medicina generale, i quali entro il 16 marzo dovranno fornire ai distretti socio-sanitari gli elenchi dei propri assistiti. Anche in questo caso la vaccinazione partirà dal 6 aprile.

Soggetti con meno di 80 anni

Le prenotazioni dovrebbero partire il 29 marzo, pur dovendosi tenere conto della disponibilità di vaccini.

Si partirà a vaccinare il 12 aprile con la fascia di età 79-70 anni (coorti 1942-1951).

Si procederà poi a scalare, a seguire toccherà alla fascia 69-60 (coorte 1951-1961).

Si andrà avanti a scaglioni, per le prenotazioni, gli ultimi a prenotarsi saranno i nati nel 1961, dal 21 aprile.

Secondo la tabella del cronoprogramma, la fascia 79-70 anni avrà la prima dose dal 12 aprile, la fascia 69-60 anni dal 26 aprile.

Ecco la tabella con il cronoprogramma:

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here