ALTARE MAGGIORE CHIESA DI LORETO: INIZIA IL RECUPERO

0
194

Il Comitato Pro Restauro dell’Altare Maggiore Chiesa di Loreto di Mola di Bari, insieme al parroco Don Vincenzo Gentile, annuncia l’avvio dei lavori.

COMUNICATO

Il Comitato Pro Restauro dell’Altare Maggiore Chiesa di Loreto di Mola di Bari, insieme al parroco – nonché RUP – Don Vincenzo Gentile, annuncia l’avvio dei lavori, a seguito dell’inclusione nella rosa dei vincitori del progetto partecipante al Bando Regionale Puglia “Interventi per la valorizzazione e la fruizione del patrimonio culturale appartenente a enti ecclesiastici”.

Il finanziamento di € 200.000,00 sarà erogato dalla Regione Puglia, che, nell’ambito del progetto POR Puglia 2014/2020. Asse VI – Az. 6.7 cofinanziato dall’Unione Europea, si è impegnata a sostenere interventi per il recupero e la funzionalizzazione di infrastrutture materiali del patrimonio nel rispetto dello sviluppo ambientale e sostenibile e di precisi standard europei.

Inoltre, requisito essenziale per la scelta è stato il potenziamento dell’offerta di servizi culturali attraverso la realizzazione di laboratori, l’adeguamento tecnologico e la creazione di strutture di servizio per la fruizione dei beni destinate alle collettività locali e ai turisti.

Il progetto dell’architetto Alessandro Bellantuono, denominato “L’altare barocco tra restauro e valorizzazione”, si pone infatti due obiettivi di diversa natura, ma ugualmente importanti: il primo è quello di rimediare all’infestazione dei tarli – attraverso un trattamento con sottrazione di ossigeno, non invasivo – e di provvedere al ripristino dell’immagine del retablo ligneo che costituisce l’altare maggiore; il secondo è quello di rendere possibili visite di tipo interattivo, tramite l’utilizzo di appositi tablet contenenti modelli tridimensionali, informazioni storico-artistiche e dettagli di vario tipo riguardanti l’altare e la chiesa nel suo complesso.

In aggiunta, il progetto prevede il restauro dei due altari minori dedicati a San Vito e a Santa Teresa, attualmente soggetti anch’essi a forme di degrado che rendono necessario l’intervento.

Il parroco Don Vincenzo Gentile e tutto il comitato – composto da Andrea Verga, Annamaria Martinelli, Giacomo Recchia, Giada Clemente, Giangrazio Di Rutigliano, Pippo Pagliarulo, Rossana Ungaro e Tommaso Moccia – si augurano che questo traguardo sia in realtà un primo passo e di garantire l’operatività dell’intervento, ovvero l’apertura alla fruizione pubblica a conclusione delle attività fisiche, entro l’anno 2023.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here