FARELLA: ALLARGARE I CONFINI DEL PARCO COSTA RIPAGNOLA

0
61

E’ quanto chiede l’Associazione “Chiudiamo la discarica Martucci”, con la proposta di ricongiungere l’istituito parco alla riserva naturale della gravina di Monsignore.

Riceviamo da Vittorio Farella e pubblichiamo:

Abbiamo inoltrato specifica richiesta al Presidente Emiliano e all’Assessora Maraschio, in uno con la revisione in procinto della Legge istitutiva del Parco Naturale Costa Ripagnola dopo la sua impugnazione da parte del Governo, per l’allargamento dei confini dello stesso Parco per includervi la Riserva Naturale Orientata regionale dei Laghi di Conversano e della Gravina di Monsignore, pressoché adiacente. Qui allegata una nostra nota al riguardo.

Associazione “Chiudiamo la discarica Martucci”

Il Presidente

dott. Vittorio Farella

Ecco la lettera:

Egregi Presidente Emiliano e Assessora Maraschio,

apprendendo da vostre fonti interne l’approfondimento in corso sui temi sollevati dal Governo nazionale con l’impugnativa sulla Legge istitutiva del Parco Costa Ripagnola, da noi stessi e da altre associazioni ambientaliste peraltro anche più volte sollecitato a definizione in tempi brevi per correggere le storture ivi contenute, desidereremmo con la presente richiedere ulteriormente anche la considerazione della proposta già avanzata dalla scrivente Associazione in sede di Conferenza di Servizi propedeutica alla redazione della Legge, relativa all’allargamento dei confini del Parco per ricongiungimento alla Riserva Naturale Orientata dei laghi di Conversano e Gravina di Monsignore insistente nella stessa zona di riferimento.

Poiché il provvedimento relativo sarà all’attenzione dei consessi consiliari e loro articolazioni, confidiamo caldamente in questi giorni prossimi, per la revisione/rimodulazione della Legge istitutiva del Parco, intendiamo con questa nostra sottolineare che sulla sua costituzione sia apportata un’ulteriore integrazione.

Infatti il Comune di Mola ha rappresentato, nelle sedute di conferenza di servizi del 29.7.2019, il suo auspicio per “un diretto coinvolgimento del proprio territorio nell’area protetta” evidenziando “l’importanza che la partecipazione delle comunità locali riveste nell’istituzione di aree naturali protette” e del 25.9.2019, durante la quale sosteneva che “qualora dovesse essere inserita nella perimetrazione dell’area naturale protetta una porzione della Gravina di Monsignore il Comune di Mola di Bari dovrebbe essere considerato con un ruolo differente da quello attuale” e considerato altresì che in conformità a tali dichiarazioni vi era anche stata una precisa richiesta formulata dalla locale Associazione “Chiudiamo la discarica Martucci”, proprio durante la seduta conclusiva della Conferenza di servizi del 4.11.2019, di “considerare il collegamento tra l’istituendo Parco e la Riserva Naturale Orientata regionale Laghi di Conversano e Gravina di Monsignore”, si chiede di valutare tale istanza per una sua approvazione in tal direzione, in modo da includere tutto il corso di quella splendida lama fino al mare e comprendere quella porzione di territorio fino all’auspicato ricongiungimento, poche centinaia di metri più avanti, dei limiti dell’attuale previsione perimetrata.

Per completezza si acclude copia dell’estratto del verbale di Conferenza di Servizi del 4.11.2019.

Distinti saluti

dott. Vittorio Farella

Presidente Associazione “Chiudiamo la discarica Martucci”

(per scorrere il documento, cliccare in basso a sinistra sulle icone con le frecce)

Parco Ripagnola va ricongiunto con la riserva naturale gravina di Monsignore 01
Estratto Verbale III seduta CdS 04.11.2019

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here