COVID-19. IL SINDACO DECIDE DI NON DECIDERE. SCUOLE IN BALIA, TRA EMILIANO E COLONNA

0
696

In un comunicato del Sindaco di Mola si afferma che per le scuole “a Mola al momento non sussistono le condizioni per ordinanze restrittive previste in caso di emergenze sanitarie”. Il sindaco Colonna e l’assessora Vergatti: “Piena collaborazione con i dirigenti scolastici. Cabina di regia al Tavolo tecnico della Scuola per assunzione di eventuali provvedimenti omogenei sul territorio comunale”. 2^ circolo san Giuseppe verso il mantenimento dell’autonomia. Il nostro commento.

COMUNICATO STAMPA

“Sul territorio comunale di Mola non sussistono al momento le condizioni per l’adozione di ordinanze sindacali ex art. 50 del D.lgs n. 267/2000 – TUEL, previste in caso di emergenze sanitarie o di igiene pubblica a carattere esclusivamente locale, che disciplinino modalità organizzative della didattica più restrittive rispetto a quanto previsto dalle disposizioni nazionali e regionali”.

E’ quanto precisano il sindaco di Mola, Giuseppe Colonna e l’assessora alla Pubblica Istruzione, Lea Vergatti, in una nota inviata questa mattina ai dirigenti scolastici delle scuole del 1^ e 2^ circolo e delle scuole medie della città, nonché ai sindacati di categoria.

L’amministrazione comunale aveva convocato per oggi in videoconferenza un tavolo tecnico finalizzato a definire alcuni aspetti di carattere organizzativo, in virtù di quanto previsto dall’art. 4 del D.L. n. 1 del 05.01.2021 nonché dell’Ordinanza del Presidente della Regione Puglia n. 1/2021.  

“Prendiamo atto delle note pervenute dai Dirigenti scolastici del I e II Circolo Didattico impossibilitati a partecipare al Tavolo tecnico scolastico previsto per oggi – scrivono il sindaco e l’assessora – Comprendiamo assolutamente le difficoltà del momento dovute alla necessità di organizzare con tempestività i servizi didattico/educativi per gli studenti alla luce delle disposizioni nazionali e regionali”.

Su eventuali provvedimenti sindacali in relazione all’emergenza sanitaria, Colonna e Vergatti precisano che “così come deciso durante la seduta del Comitato Provinciale per l’Ordine Pubblico e la Sicurezza, tenutosi lo scorso 21 ottobre alla presenza del Prefetto di Bari, del Questore e del Direttore del dipartimento di prevenzione della ASL Bari, eventuali provvedimenti di natura sindacale in materia di contenimento dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 dovranno essere adottati di concerto anche con la Prefettura di Bari a seguito di un indice RT di contagi superiore alla media, situazione al momento non presente fortunatamente nella nostra comunità”.

Le istituzioni scolastiche, nell’ambito della loro autonomia decisionale possono, naturalmente, adottare provvedimenti ad hoc riguardanti l’organizzazione della didattica.

A tal riguardo l’amministrazione comunale, “al fine di condividere eventuali provvedimenti quanto più omogenei sul territorio comunale, rinnova la propria disponibilità ad attribuire al Tavolo tecnico della Scuola le funzioni di Cabina di regia. E’ volontà di questa amministrazione continuare la stretta collaborazione con gli istituti scolastici per la risoluzione dei numerosi problemi che la situazione sanitaria in corso pone, così come avvenuto per l’adeguamento di alcuni spazi, la fornitura di nuovi banchi e per l’attivazione di una adeguata linea internet, nonostante le numerose difficoltà tecniche riscontrate”.

Il sindaco informa anche che, insieme ai sindaci di Trani, Bitonto e Modugno, ha chiesto al presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano e all’assessore regionale all’Istruzione, Sebastiano Leo, di adeguare le previsioni contenute nella delibera della giunta regionale n. 2432 del 30.12.2019, alle disposizioni contenute nella Legge di Bilancio approvata in via definitiva lo scorso 30 dicembre che prevede l’abbassamento della soglia dimensionale minima delle istituzioni scolastiche da 600 a 500 alunni.

“In questo modo – spiega Colonna – si garantirebbe l’autonomia del 2^ circolo didattico “san Giuseppe”.

A proposito del 2^ circolo, il sindaco informa che nei prossimi giorni, con apposito provvedimento di Giunta comunale, si definirà la riacquisizione della disponibilità dell’immobile comunale di via Canudo “che verrà, come anticipato nei mesi scorsi, destinato, già dall’avvio del prossimo anno scolastico, a Scuola primaria appartenente al II Circolo Didattico san Giuseppe”.

___________

NOSTRO COMMENTO

Sembra di assistere ad un dialogo del “teatro dell’assurdo”. Con i Dirigenti scolastici che chiedono chiarezza sulla presenza a scuola degli scolari e il Presidente della Regione Puglia e, su base locale, il Sindaco Colonna che, sostanzialmente, se ne lavano le mani, in un dialogo tra sordi.

“Prendi un cerchio perfetto, se lo accarezzi avrai un circolo vizioso” – ha scritto Ionesco.

Ecco, in ambito scolastico, siamo in questa situazione fin dall’inizio della pandemia, con l’aggravante che oggi, a distanza di quasi un anno, molto poteva essere deciso ma si è invece deciso di non decidere, giusto per restare in tema di “teatro dell’assurdo”.

In poche parole, ognuno si gratti la sua DAD e non disturbate Emiliano e Colonna.

Peraltro, il nostro Sindaco, nello scegliere di non decidere, ha scelto di tenere nella seconda ondata della pandemia un profilo basso, anzi irrilevante, nonostante la legge gli attribuisca le funzioni di ufficiale di governo in materia sanitaria sul territorio amministrato, a tutela della popolazione rappresentata, con precise responsabilità al fine di contenere epidemie e pandemie, indipendentemente da quanto ne possano pensare Prefetto e altre autorità.

E anche qui ognuno si gratti il proprio Covid tra le mura domestiche perchè l’indice di contagio, a parere del Sindaco, è più basso della media, mentre i casi continuano comunque ad aumentare e gli assembramenti incontrollati pure.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here