IL COMUNE NON PULISCE IL RETRO DEL MERCATO COPERTO: CONDIZIONI IGIENICHE DEPLOREVOLI

0
260

Una lettrice ci scrive per denunciare l’abbandono e la sporcizia della strada che si trova alle spalle dell’ex mercato coperto di Via De Gasperi. L’intera area, in situazioni di completo degrado, fa parte della perimetrazione del P.R.U. Cozzetto: un piano che attende di essere completato da troppi anni, nell’inerzia di tutte le amministrazioni che si sono succedute, fin dai primi Anni 2000. Ma la responsabilità maggiore ricade sull’Assessore Berlen: sebbene di quel Piano egli fu l’artefice, a distanza di vent’anni non trova ancora il modo per dargli piena attuazione. Perchè?

Ci scrive una lettrice di cui ci sono note le generalità:
 
Buonasera “Mola Libera”,
 
vorrei segnalare questa strada appartenente al Comune che non viene mai pulita e disinfestata.
 
Sto parlando della strada retro mercato coperto via De Gasperi. Qui troviamo di tutto: blatte in quantità eccessive, colombi che hanno fatto case nei locali vuoti, ormai privi di vetri alle finestre, erba alta ai lati della strada e ora anche spazzatura.
 
Spero possiate esserci di aiuto. Grazie.
 
Ecco le foto inviateci dalla lettrice:
 
 
NOSTRO COMMENTO:
 
La situazione descritta dalla nostra lettrice purtroppo non è nuova.
 
Si tratta di una situazione ben nota da tempo alle diverse amministrazioni che si sono succedute, ma mai con un concreto intervento risolutore.
 
Peraltro, è tutta l’area dell’ex mercato coperto a versare in condizioni di estremo degrado, come le foto che abbiamo pubblicato più volte (e che ripubblichiamo parzialmente) dimostrano chiaramente.
Degrado sotto i portici dell’ex mercato coperto di Via De Gasperi
Eppure si trova a pochi passi dal Municipio: Sindaco, Assessori e consiglieri senz’altro possono osservarne quotidianamente dall’alto le condizioni deplorevoli di abbandono e degrado.
 
Erba alta ai giardini dell’ex mercato coperto, con il palazzo municipale sullo sfondo
Peraltro, ripetiamo che l’intero complesso dell’ex mercato coperto (edificio e giardini) è stato inserito fin dai primi Anni 2000 nella perimetrazione del Piano di Recupero Urbano (PRU) del Cozzetto, senza tuttavia alcun intervento pubblico.
 
Erbacce ovunque nei giardini dell’ex mercato coperto. La struttura è abbandonata a se stessa, sebbene la sua ristrutturazione sia compresa nella perimetrazione del Programma di Recupero Urbano (PRU) del Cozzetto
Infatti, del PRU Cozzetto, a distanza di 20 anni dalla sua approvazione, oltre all’ex mercato coperto sono rimaste lettera morta importanti previsioni: l’asse attrezzato di Viale Paolo VI; la sistemazione a parcheggi e verde dell’area situata tra la Chiesa del Sacro Cuore, il Cinema Metropolis, Via Paolo VI e la nuova strada che congiunge Via Rota a Via Moro; l’area mercatale per il mercato settimanale e le fiere e varie aree intercluse tra le palazzine di cooperativa.
 
Lingo questa direttrice, su Via Paolo VI, che va da Viale Europa Unita al cavalcaferrovia, è prevista la realizzazione dell’asse attrezzato con aree a verde, parcheggi e pista ciclabile. Ma gli anni passano e tutto rimane come sempre…
 
Eppure tutto il Piano è stato da tempo finanziato con ingenti risorse pubbliche.
 
Assessore Berlen, Sindaco Colonna e Capo Settore Urbanistica Berardi: cosa si attende a indire la gara d’appalto?
 
Perchè l’Assessore Berlen, artefice di quel piano, ha consentito nel tempo la piena realizzazione delle palazzine private, mentre ancora oggi temporeggia nel completamento delle indispensabili parti pubbliche?
 
E, in ogni caso, cosa attende il Sindaco (in funzione ad interim di Assessore all’Ambiente) a dare disposizioni alla Navita per una bonifica e disinfestazione straordinaria dell’area alle spalle dell’ex mercato coperto e alla sua pulizia costante?
 
Interrogativi che attendono risposta.
 
Nico Berlen in veste di Sindaco nel quinquennio 2005-2010 e di Assessore ad interim di Urbanistica e Lavori pubblici. Fu Berlen a volere il PRU del Cozzetto nei primi Anni 2000 (Giunta Cristino-Berlen), ma a vent’anni dalla sua approvazione, il Piano non è stato completato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here