MARCO UNGARO: “NESSUNA SFIDUCIA A COLONNA, MA VERIFICA NECESSARIA”

1
494

Il consigliere comunale Marco Ungaro risponde alle domande di “Mola Libera” dopo la restituzione delle deleghe conferitegli dal Sindaco Colonna ad inizio mandato. Una rinuncia tattica per sollecitare un’approfondita verifica politica nella maggioranza di “Cantiere civico”.

Ecco le domande di “Mola Libera” al consigliere Marco Ungaro del gruppo consiliare “La Voce”:

Perchè hai restituito le deleghe consiliari al Sindaco?

Ho cercato di dare un impulso all’avvio della programmata verifica di mezzo mandato su tutte le cariche fiduciarie, mettendo a disposizione le deleghe conferitemi dal sindaco, che sono “promozione del settore produttivo locale” e “promozione di iniziative per le nuove generazioni”.

Che giudizio dai dei primi 2 anni e 4 mesi della Giunta Colonna?

In molti settori sono stati raggiungi grandi risultati, in altri vi sono delle criticità.

E’ vero che hai “rotto” politicamente con il tuo gruppo di appartenenza, in particolare con Leo Losito?

Non ho rotto con il mio gruppo di apparenza con il quale mantengo un proficuo confronto. Leo Losito è dall’inizio un compagno di viaggio con il quale mantengo un ottimo rapporto.

Ti danno molto vicino al consigliere di minoranza Michele Palazzo: stai pensando di passare all’opposizione?

Michele Palazzo è un collega dal quale posso sicuramente  imparare molto vista la sua grande esperienza amministrativa ma attualmente abbiamo visioni politiche differenti.

Ritieni che la Giunta Colonna debba continuare il suo mandato oppure, se arriverà una mozione di sfiducia al Sindaco, pensi di approvarla?

L’Amministrazione Colonna, Sindaco e Consiglieri hanno ricevuto un mandato popolare con le elezioni comunali del 2018 e nessuno, tranne gli stessi elettori, potranno esprimere un giudizio al termine del quinquennio amministrativo. Altra cosa è il giudizio sulla Giunta, espressione fiduciaria del Sindaco, in accordo con la sua maggioranza. E questo è il tema in agenda, con la verifica già prevista e che anch’io ora sto sollecitando, per rilanciare e dare nuovo smalto all’attività amministrativa. Non penso affatto ad alcuna mozione di sfiducia e, per quanto detto prima, rigetto ogni ipotesi in tal senso. La sfiducia è strumento estremo, da utilizzare solo per atti davvero gravi e non di mero giudizio politico.

Se dovesse cadere Colonna e si dovesse andare al voto, in quale schieramento pensi di dare il tuo contributo?

Non penso ad una interruzione amministrativa anticipata e comunque il giudizio sull’operato amministrativo lo farò a fine mandato e deciderò di conseguenza.

Ringraziamo il consigliere Marco Ungaro per aver risposto alle nostre domande, facendo chiarezza in merito alla sua nuova posizione politica.

I banchi della maggioranza consiliare. In primo piano, Marco Ungaro (a destra) con Leonardo Losito

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here