DE MATTEIS, “IL PITTORE DEGLI OCEANI”, MARINELLA SORINO, VERSATILE ARTISTA MOLESE

0
123

E’ stata inaugurata il 30 settembre la mostra di Oronzo De Matteis (Lecce), meglio conosciuto come il pittore degli oceani accanto all’esposizione di Marinella Sorino (Mola di Bari), nota per i suoi ritratti di personaggi famosi, presso il Castello Angioino. La mostra resterà aperta fino all’11 ottobre.

La mostra è il frutto della collaborazione tra il Comune di Mola, la Pro Loco, le Sette

Muse di Apollo, l’Associazione numismatica-filatelica di Mola e l’Associazione nazionale carabinieri.

Un esempio di sinergie per realizzare non solo eventi e manifestazioni di qualità, quanto incoraggiare e dare spazio ad artisti emergenti e, infatti ad acclarati maestri del pennello, i promotori di tali iniziative desiderano dare spazio a giovani talenti, segno di Speranza per un domani costruttivo.

Il vice Sindaco Orlando presenta l’inaugurazione della mostra. Alla sua destra Antonio Calabretta della Pro Loco. A sinistra, Marinella Sorino e Oronzo De Matteis

Le opere dell’artista salentino sono apprezzate in tutto il mondo perché rappresentano “delle acque marine” la forza e l’eleganza, la composizione e scomposizione di un’onda che si schiude in una capriola di suggestioni grazie a un gioco cromatico intenso e delicato.

Marinella Sorino e Oronzo De Matteis al Castello Angioino

I suoi quadri sono intrecci di correnti marine con soffi di vento sui quali i gabbiani si intrecciano planando armoniosamente tra fili trasparenti di spazi ampi del paesaggio di abissi nei quali perdersi e ritrovarsi come in un viaggio ai confini senza confini dell’immaginario.

Oronzo De Matteis ha definito Mola di Bari “una perla d’Oriente” e nel raccontare le sue esperienze tra generi pittorici e tecniche usate per rappresentare l’esperienza dell’oceano, quasi fosse metafora dell’immenso che si lascia abbracciare ha sottolineato quanto sia stato importante, per lui, non appesantirsi di nozioni, tantomeno di copiare, quanto trovato nell’arte quel “segmento” luminoso, anzi bisognerebbe dire: illuminante, abbia potuto mettere il punto alle sperimentazioni e continue ricerche nella meraviglia.

I ritratti di Marinella Sorino, inanellati gli uni con gli altri, ben si prestano a fare della mostra, intitolata “A modo Mio” un invito giocoso al riconoscere i personaggi famosi del nostro tempo, ma a fare dei lineamenti il percorso verso i loro caratteri: tratti di personalità che li identificano agli occhi della memoria collettiva.

Marinella Sorino con le sue opere in esposizione

“Mi sento sempre all’inizio della mia attività artistica, sono sempre alla ricerca di modi e mezzi per esprimere quel che sento e vedo attorno a me, nella maniera migliore” ha dichiarato l’artista Molese.

La mostra rimarrà aperta fino all’undici ottobre dalle ore 18,00 alle 21,00 (feriali). Dalle 10,00 alle 13,00 e dalle ore 18,00 alle 21,00 (festivi).    

(tutte le foto dono di Daniela Ciriello)

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here