CHEF PASQUALE MARTINELLI: CENE OFFERTE PER AIUTARE IL PROSSIMO E FAR CONOSCERE LA PUGLIA

0
374

Proseguono le attività benefiche dello chef molese Pasquale Martinelli a favore di istituzioni che hanno cura dei minori, della scuola e della ricerca sul cancro. Ecco la sua ultima iniziativa: una cena battuta all’asta per 6.500 dollari, a favore di significative attività didattiche, con lo spirito di far conoscere, negli USA, la cultura pugliese dello “stare a tavola”: una cura per l’anima.

Lo chef molese Pasquale Martinelli, da tempo ben noto negli ambienti newyorkesi della ristorazione di alto livello, proseguendo nella sua attività benefica negli States, ha tenuto di recente una cena privata per 12 persone in una dimora di Greenwich, nel Connecticut, uno dei 50 stati federali degli USA, sulla costa nord-orientale, confinante con lo stato di New York.

Pasquale Martinelli

La cena è stata aggiudicata all’asta per 6.500 dollari che andranno a favore delle attività educative dell’istituto “Whitby School”, una prestigiosa scuola della stessa località.

Ecco quali sono i principi ispiratori di questa istituzione scolastica:

Whitby ispira una passione per l’apprendimento e autorizza ogni bambino ad assumersi la responsabilità come un cittadino di mentalità aperta e di principio in una comunità globale.

Whitby è stata fondata nel 1958 con il principio che ogni bambino deve essere visto, valutato e compreso affinché il successo avvenga, con il cuore. La nostra scuola ha fatto molta strada da allora, ma questa convinzione fondamentale è ancora ciò che ci guida ogni giorno.

Whitby è un Montessori e International Baccalaureate: programmi di studio gratuiti.

La cena offerta da Pasquale Martinelli, con lo staff della sua “Alloro – Private Culinary Concierge” di New York, ha avuto lo scopo di mettere in risalto la cultura pugliese dello “stare a tavola”.

La tavola della recente cena offerta da Pasquale Martinelli e battuta all’asta a favore della “Whitby School” di Greenwich, nel Connecticut

Lo chef molese, così ha dichiarato a “Mola Libera”: “Ho voluto portare, ai dodici commensali della mia cena, il senso di relax trasmesso dalla tavola della famiglia pugliese che si ritrova per il pranzo domenicale. Una tavola che è cura, “centro benessere” per l’anima”.

Il crudo di gamberi viola offerto ai commensali della cena battuta all’asta

E ha proseguito: “Con il mio staff ho preparato e servito il pane fatto in casa, la nostra pasta tirata a mano, la nostra focaccia. Ho condito naturalmente con l’olio extravergine pugliese, spiegando l’importanza di questo alimento principe, non solo della dieta mediterranea ma delle nostre radici culturali”.

Lo chef molese Pasquale Martinelli con la focaccia barese

Pasquale Martinelli non è nuovo nella partecipazione, con l’offerta all’asta delle sue cene, al finanziamento di attività benefiche attraverso importanti organizzazioni di volontariato americane.

Infatti, negli ultimi sette anni le sue cene sono state complessivamente battute all’asta per un valore di oltre 300 mila dollari.

Una cifra davvero ragguardevole che, tramite l’organizzazione “Alexandra’s Playground”, dedita al benessere dei minori, ha permesso, tra l’altro, di costruire molti parchi giochi per bambini: non solo in zone poco fortunate degli Stati Uniti – come a East New York, Brooklyn, e nel New Yersey – ma anche in Afghanistan e Haiti.

E allo stesso tempo di finanziare la ricerca sul cancro, con due sue cene per un valore complessivo di 36 mila dollari a favore dell’organizzazione “CancerCare”, in una serata che, qualche tempo fa, ha visto una raccolta fondi, battuta all’asta, per ben 1 milione di dollari.

Pasquale Martinelli nel corso dell’asta a favore di un’associazione benefica nella lotta al cancro: qui ha donato due cene per un valore di 36mila dollari.

Non possiamo far altro che complimentarci con l’efficace ruolo sociale a favore del volontariato svolto da Pasquale Martinelli e ribadirgli: ad maiora semper!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here