ROGHI TOSSICI. IL SINDACO: “CON I DRONI PER SCOVARE I RESPONSABILI”

0
442

Roghi nelle campagne molesi, il sindaco Colonna: “Droni per scovare i responsabili. Ma non basta, serve supporto della polizia metropolitana e azioni coordinate tra le realtà locali”.

COMUNICATO STAMPA

“Stiamo attivando tutti i metodi possibili per contrastare il vile fenomeno dei roghi nelle campagne MOLESI. Oggi stiamo stiamo sorvolando i cieli con un drone. Un’azione utile, se non ad eliminare, quantomeno a scovare i responsabili di comportamenti criminali che hanno conseguenze negative per l’ambiente e per la salute pubblica, quindi ridurre questo barbaro fenomeno e superare quel senso di impotenza e frustrazione che coglie la cittadinanza quando assiste attonita a questa tragedia puntualmente annuale”. Così il sindaco di Mola, Giuseppe Colonna.

“Sappiamo che occorre fare di più, ma per questo servirebbe, a mio avviso, un supporto della Polizia Metropolitana coinvolgendo in azioni coordinate tutte le realtà comunali. Ci lavoreremo consapevoli della disponibilità dell’ente metropolitano. Ne approfitto – conclude Colonna – ancora una volta, per ricordare agli incivili, a chi fa finta di non saperlo e a chi legge questo post che questa amministrazione ha attivato un servizio GRATUITO di ritiro teloni in plastica dalla propria azienda agricola. Non bisogna fare altro che telefonare il numero 3393746708 e fissare un appuntamento”.

_______________

NOSTRO COMMENTO

“Mola Libera” denuncia questo gravissimo fenomeno fin dalla sua fondazione, trattandosi di una delle peggiori fonti di inquinamento ambientale, con la diffusione nell’aria e sulle colture agricole di diossina e di altre sostanze tossiche e cancerogene.

Allo stesso tempo, il nostro giornale sensibilizza l’opinione pubblica e segnala alle Autorità preposte i roghi tossici, utilizzando le numerose segnalazioni dei nostri lettori che ci inviano foto e indicazioni sulle probabili localizzazioni degli incendi nell’agro molese.

Abbiamo anche suggerito al Sindaco di attivare la convenzione con l’associazione di Guardie Ambientali (rimasta allo stato di approvazione in Giunta, ma senza la successiva stipula concreta), ovvero di avviare un rapporto diretto di collaborazione con la Vigilanza campestre che conosce molto bene il territorio molese e, probabilmente, anche i luoghi dove si brucia più spesso.

Allo stesso tempo, abbiamo auspicato l’utilizzo di moderne tecnologie come il sorvolo con i droni delle campagne molesi e, pertanto, prendiamo atto con favore della decisione del Sindaco di utilizzare questo importante strumento di sorveglianza dall’alto del territorio.

E’ comunque ovvio che il fenomeno verrà debellato solo quando vi saranno punizioni esemplari dei responsabili, sia pecuniarie che con denuncia penale alla Procura della Repubblica e richiesta di risarcimento per il danno ambientale e alla salute.

In tal senso, torniamo a chiedere aile associazioni di categoria degli agricoltori di svolgere un’opera di informazione-formazione a tutti gli aderenti sul corretto conferimento dei teloni da smaltire alla società incaricata dal Comune di Mola per il ritiro gratuito, oltre ad un’attività di individuazione e di isolamento delle “mele marce”.

26 aprile 2020. Il Sindaco Giuseppe Colonna sul luogo del rogo tossico. Si nota un mezzo dei Vigili del Fuoco intervenuto per lo spegnimento dell’incendio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here