RISTORANTE “GABBIANO”: VERSO LA DEMOLIZIONE DELLA PARTE DEMANIALE

2
1078

Preso atto della mancata demolizione da parte della curatela fallimentare della società che gestiva il ristorante “Gabbiano”, il Comune di Mola ha dato incarico di progettazione esecutiva per la demolizione della parte dell’immobile pericolante che ricade su suolo demaniale, con spese a carico dei proprietari.

In data 16 luglio 2020 il Capo Settore Urbanistica ing. Vito Berardi ha emanato la determina n.131 del 16.07.2020, pubblicata in data odierna 22-07-20, avente ad oggetto: “Ordinanza n. 119 del 10.12.2019 del Capo Settore Urbanistica di demolizione di opere abusive e ripristino dei luoghi presso l’area sita in Mola di Bari, località Portecchia censita al Fg. 7/a particella 903 già in concessione alla “Nuovo Gabbiano di Giliberti Vito & C. s.n.c.”. Esecuzione in danno. Affidamento Incarico.”

Le precarie condizioni dell’ex ristorante Gabbiano

In sostanza, nell’ordinanza viene dato incarico all’ing. Nicola Papeo, con studio in Via De Gasperi 8/A, di provvedere alla progettazione esecutiva e ogni altra attività propedeutica alla demolizione del fabbricato realizzato a suo tempo sul suolo demaniale in continuità all’immobile originario dell’ex ristorante “Gabbiano”.

Le attività di demolizione verranno eseguite in danno dell’attuale  curatela fallimentare della società “NUOVO GABBIANO” che non ha ottemperato alla precedente ordinanza n. 119 del 10.12.2019 notificata alla parte interessata in data 20.01.2020.

Tale ordinanza prevedeva la demolizione e ripristino dello stato dei luoghi, presso l’area sita in Mola di Bari, località “Portecchia”, identificato catastalmente al foglio 7/a particella 903, entro e non oltre 90 giorni dalla data di notifica della stessa ordinanza.

Poichè i 90 giorni sono abbondantemente trascorsi, le attività di demolizione verranno eseguite direttamente dal Comune di Mola, con imputazione dei costi a carico della curatela fallimentare della società che gestiva il ristorante “Gabbiano”.

Ecco il testo completo dell’ordinanza:

(per scorrere il documento, cliccare in basso a sinistra, sulle icone con le frecce):

gabbiano_luglio 2020Determina_con_dati_pubblicazione_10335

2 Commenti

  1. A Mola si parla troppo e si quaglia poco o addirittura niente. Questo particolare stralcio di Mola che include l’abbandonato Gabbiano e il molo “portecchia” ne fa di Mola un paese del terzo mondo. A non parlare poi delle famose ville a schiera da abbattere vicino il cozzetto…
    che vergogna!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here