CORONAVIRUS: NUOVI CONTAGI A MOLA. OTTO CASI COMPLESSIVI

0
3865

Lo ha comunicato il Sindaco, stasera, lunedì 30 marzo, in una nuova diretta Facebook. Si tratta di due donne anziane. Nessuno dei ricoverati nei giorni scorsi si trova in terapia intensiva.

I contagi da coronavirus continuano ad aumentare nel nostro comune.

Lo ha comunicato poco fa il Sindaco.

Ai sei precedenti, si sono aggiunti altri due casi: due signore anziane che sono state ricoverate al Policlinico.

La ASL ha contattato le famiglie e ha ricostruito la filiera dei contatti.

Pertanto, i casi complessivi finora registrati sono otto, di cui una persona, ottantenne, è deceduta, come è ormai noto, con la conferma, sia pur tardiva, giunta stasera dal Sindaco.

Aggiungiamo che, dalle nostre informazioni, una delle due signore anziane contagiate sarebbe parente del dipendente comunale, vigile urbano, ricoverato nei giorni scorsi.

Diversi vigili urbani sono pertanto in quarantena, come misura precauzionale.

Il Sindaco ha al contempo smentito che vi sia tra i nuovi contagi un medico di base.

Risulta invece confermata la positività di un professionista molese di 73 anni, il sesto tra i contagiati.

I ricoverati nei giorni scorsi sono in cura, ma nessuno di essi si trova in terapia intensiva.

Il Sindaco ha poi informato della somma stanziata a favore del Comune di Mola dal Governo per aiuti alimentari alle famiglie in stato di bisogno.

Come già anticipato stamattina sulla pagina Facebook di “Mola Libera” la cifra è di 207 mila euro.

Il Comune di Mola stabilirà i criteri per la distribuzione di questi fondi, d’intesa con gli altri Sindaci dei comuni di area vasta, privilegiando le persone e le famiglie che non percepiscono alcuna forma di sostegno (reddito di cittadinanza, ecc.) e che, attualmente, a seguito della grave crisi economica indotta dal coronavirus si vedono privi di lavoro e di reddito. Si tratta prioritariamente di persone già all’attenzione dei Servizi sociali e delle parrocchie.

L’ordinanza del Governo prevede che i sindaci sono autorizzati «all’acquisizione di buoni spesa utilizzabili per l’acquisto di generi alimentari presso gli esercizi commerciali contenuti nell’elenco pubblicato da ciascun comune nel proprio sito istituzionale». I comuni, grazie anche alle donazioni di privati, potranno comprare direttamente «generi alimentari o prodotti di prima necessità», avvalendosi «per l’acquisto e per la distribuzione dei beni» anche degli enti del Terzo Settore.

In merito gli aumenti dei generi alimentari, frutta e verdura comprese, già sollevato anche da “Mola Libera”, e che ha visto un notevole dibattito tra i nostri lettori, il Sindaco ha informato di aver chiesto controlli alla Guardia di Finanza, sebbene, a parere di Colonna, molti aumenti sono dovuti ai rincari che gli stessi fruttivendoli molesi sono costretti a subire sui mercati all’ingrosso.

Ovviamente, il Sindaco ha ripetuto, ancora una volta, l’appello a restare a casa: il contagio è subdolo e non bisogna assolutamente abbassare la guardia.

Ecco il video integrale del nuovo intervento del Sindaco Colonna:

Pubblicato da Giuseppe Colonna su Lunedì 30 marzo 2020

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here