COLONNA: “A NEW YORK, MOLA HA FATTO IL GIRO DEL MONDO”

0
1305

Mola al New York Times Travel Show, il Sindaco Colonna: “Mola ha fatto il giro del mondo. Una vetrina eccezionale e tanti attestati di stima. C’è tanto da fare, occorre proseguire e fare rete. La strada è quella giusta”.

COMUNICATO STAMPA

La trasferta del sindaco di Mola, Giuseppe Colonna al New York Times Travel Show, ha fatto fare alla città il giro del mondo grazie alle immagini che tour operator, giornalisti e istituzioni hanno potuto ammirare in un video proiettato nello stand della Regione Puglia, letteralmente preso d’assalto dai visitatori. La Fiera ne conta più di 35mila.

Ma non solo. Numerosi i contatti, gli incontri, le iniziative e gli attestati di stima riscontrati dal sindaco.

A cominciare dalla star tv statunitense, Lidia Bastianich che nello stand pugliese ha imparato a fare le orecchiette in diretta con la signora Nunzia di Bari vecchia.

O come il travel blogger Piero Armenti, invitato dal sindaco a Mola e che, dalla sua seguitissima pagina “Il mio viaggio a New York” con migliaia di follower, ha rilanciato la focaccia barese preparata dallo chef molese a New York, Pasquale Martinelli.  

Anche il console generale, Francesco Genuardi è rimasto favorevolmente colpito. A Genuardi, il sindaco Colonna ha donato due riproduzioni fotografiche storiche di Mola, personalizzate dalle artiste molesi Pasqua Ressa e Marinella Sorino.

“Una esperienza unica per Mola che ha avuto il privilegio di partecipare ad una delle fiere turistiche più importanti al mondo – sottolinea Colonna –  Non solo. È stata l’occasione per rafforzare i legami con la comunità molese fortemente radicata a NY. I nostri concittadini emigrati sono i nostri primi testimonial. Per questo l’amministrazione ha voluto incontrarli e ringraziarli”.

La comunità molese all’estero è una delle più numerose al mondo e vede a NY il gruppo più numeroso con oltre 20mila cittadini di origine molese, 5 circoli sparsi soprattutto nei quartieri di Brooklyn e Staten Island. A Brooklyn nel quartiere di Carrol Gardens un tratto di Court street è stato denominato Citizens of Mola di Bari.

Il sindaco Colonna nella Chiesa del Sacro Cuore di Gesù e Maria e di Santo Stefano a Brooklyn, frequentata dai tanti molesi della zona, che ospita la statua di Maria SS. Addolorata

Il sindaco ha annunciato la realizzazione di un progetto artistico in collaborazione con l’Accademia delle Belle Arti di Bari, che rappresenti un ponte tra Mola e la città statunitense, meta di molti molesi tra l’’800 e il ‘900. 

“L’amministrazione molese vuole rendere omaggio – spiega Colonna – a tutti gli emigranti molesi, alle loro sofferenze e ai loro successi, attraverso la realizzazione di un’opera scultorea composta da due parti, una da installare a Mola e l’altra a New York. Sarà il simbolo del legame indissolubile che tantissimi nostri concittadini hanno mantenuto con Mola, anche attraverso le nuove generazioni, dopo aver lasciato la propria terra e, anzi, ricostruendo, pur a migliaia di chilometri, una catena di solidarietà e continuità culturale. Dopo la firma del protocollo di intesa con l’Accademia, individueremo i siti”.

Colonna ha incontrato anche una delegazione dei pugliesi in Usa, tra cui il concittadino molese, giudice della Corte Suprema di NY, Mike Pesce.

Insomma, un bilancio più che positivo. “Sappiamo che c’è tanto da fare – osserva il sindaco – ma questi attestati di stima ci dicono che la strada intrapresa da questa amministrazione, con la collaborazione dell’ufficio cultura coordinato dall’ assessora Lucia Parchitelli e di tutto lo staff, è quella giusta. Ed è quella della rete che, attraverso la valorizzazione delle peculiarità territoriali e la promozione di un’offerta fortemente identitaria come unico brand Puglia, può fare la differenza per avere successo”.

Non è un caso che la partecipazione del Comune di Mola al NY Times Travel Show sia scaturita dal progetto Sparc, finanziato dal programma Interreg Grecia Italia 2014-2020, con l’obiettivo di valorizzare e promuovere i prodotti tipici eno-gastronomici del territorio nell’ambito di un turismo sostenibile, attraverso un percorso di cooperazione e accompagnamento degli operatori coinvolti.

“Il coinvolgimento del comune di Mola – spiega il sindaco – è nato durante l’edizione estiva 2019 di Gustiamola quando abbiamo ospitato gli eventi finali di un altro progetto che coinvolgeva il Teatro Pubblico Pugliese. Proprio per questo nello stand della Regione Puglia a New York – continua Colonna – sono state proiettate anche le immagini di Mola di Bari. Grazie al Progetto Sparc, con Regione Puglia e TPP, stiamo ipotizzando di ospitare la sede di una delle start up del progetto che si occuperà della valorizzazione del prodotto tipico locale, in linea con altre iniziative che l’amministrazione ha messo e metterà in campo”.

Prossimo appuntamento, la BIT, Borsa Internazionale del Turismo, che si terrà a Milano da 9 all’11 febbraio dove Mola parteciperà con i comuni del SAC Mari tra le Mura, Conversano Polignano e Rutigliano.

Mola 30 gennaio 2020

L’Ufficio Stampa

Il Sindaco Giuseppe Colonna con lo chef molese Pasquale Martinelli e la signora Nunzia Caputo, nello stand della Regione Puglia al “New York Times Travel Show”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here