IL CUORE DELLA GEOPHARMA NON BASTA

0
46

Mola senza Kordis, Taranto la castiga a 3’’ dalla sirena.

La decide Grosso a 3.8 dalla fine, ma che cuore questa Geopharma.

Una gara altamente spettacolare per oltre quarti della sua durata, quella con il Cus Jonico Taranto, roster tra i più completi di questa C Gold, grande equilibrio sul parquet, con la squadra di coach Castellitto chiamata a sopperire ad una assenza cruciale come quella di Sandro Kordis, uomo da 24 punti per allacciata di scarpe.

Risposta da applausi quella di Preite e compagni protagonisti di una gara alla pari con gli ionici e che a conti fatti avrebbero potuto far propria negli ultimi minuti di gara se non fosse diventata predominante la stanchezza e la poca lucidità, anche a causa delle ridotte rotazioni. Il terzo posto al momento e’ di Taranto, ma questa MNB si scopre sempre più gruppo dall’altissimo valore.

La Partita

Mola senza Kordis con una caviglia fuori uso, coach Castellitto parte con Pacifico, Koopman, Preite, Mirone, De Angelis. Coach Olive tiene inizialmente Bricis in panca, cosi Taranto comincia con Düsels, Grosso, Di Diomede, Salerno e Longobardi.

Pacifico e Mirone per i primi punti a referto MNB, Di Diomede e Grosso per gli ospiti. Primo strappo esterno con la tripla di Di Diomede (4-9). 7-0 Mola con Koopman e Mirone che fanno la voce grossa in area, mentre Pacifico imbuca la tripla del sorpasso (11-9 al 5′).

Contro break esterno: 0-7 firmato Dusels e Di Diomede che vale l’11-16 al minuto 6. Gran canestro di Koopman da posizione angolata braccato da quattro mani che fan fallo. Dentro anche la lunetta supplementare, 16-18.

Grande pressione Geopharma sul finire del primo quarto, tripla di De Angelis e azione da caterpillar di Preite che sigilla la parità sul 20. Poi sempre lui capitan cecchino scaglia la sassata da tre punti che porta la Geopharma davanti alla fine del primo quarto, 25-22. Splendido assist di De Angelis per Koopman, 27-24, buon avvio di 2a frazione, poi Preite sale in cattedra: comincia l’azione punta di Diomede e va ad imbucare ancora due punti di forza.

Da tre Pannella per sancire la nuova parità al minuto 13 (29-29). Dusels, il più ispirato dei suoi, battezza ancora il canestro dalla mattonella dei 6.75, poi va in slalom a scatenare panico in area molese. Mirone di sfondamento su assistenza di De Giosa, Preite continua a bombardare il canestro, ma dall’altra parte Dusels e Di Diomede fanno altrettanto, si resta sul filo dell’equilibrio.

Mola ha esaurito il bonus falli ma trova una tripla superba di De Angelis che tira coi piedi tanto vicini alla metà campo (44-43 al 17′). Ancora assist illuminante di De Giosa per Koopman che imbuca da sotto e trasforma pochi secondi dopo una lunetta su due per il 47-43 che da’ nuova carica ai ragazzi di coach Castellitto.

Le chiavi del gioco Tarantino sono nelle mani di Dusels che non sbaglia dai 6,75 e riporta i suoi a stretto contatto. Basket spettacolo sul finire del primo tempo: tripla di Bricis, poi circumnavigazioni vincente di De Angelis imitato da un immarcabile Preite che si porta a spasso tutto la difesa ospite e mette in buca i punti (2+1) del 55-51.

Taranto però non vuole concedere nemmeno un centimetro ai padroni di casa e a fil di sirena si regala un’altra tripla targata Di Diomede che porta i due roster negli spogliatoi sul 55-54. Bricis d’assalto in avvio di ripresa, 5 punti e ospiti di nuovo davanti, Mola non trova le misure dei primi 20 minuti e si prende un’altra infilata di Dusels (55-61).

Mirone prova a ridare slancio alla MNB, Bricis però la castiga nuovamente, Taranto pare voler prendere il largo e così Di Diomede dalla lunetta regala la prima decina di vantaggio esterna (57-69). Preit, capitan coraggio, batte sul tempo Longobardi e timbra la presenza molese sul parquet, in un momento di grande difficoltà.

E’ proprio il guanto di sfida che il numero 16 molese lancia agli ospiti e i seguenti 2 minuti sono un personale one man show che riporta sotto la Geopharma senza freni nemmeno di fronte ad una tripla di tabella di Grosso, completando la rimonta con un sempre più incredibile Preite, a schiacciare dopo una ripartenza fulminea MNB. Nuova parità, 72-72. Le triple di Pannella e Stimolo in chiusura di frazione non smuovono l’equilibrio assoluto della sfida, 76-76 e 10 minuti ancora per scoprire il signore della sfida.

Pannella e’la variabile senza controllo: ancora una traiettoria da tre a scardinare la difesa molese, nuovo parziale esterno Taranto con la solita sentenza Dusels, Mola incassa ma sa ammortizzare il colpo e con un grandissimo cuore ritorna ancora a portata di sorpasso con Koopman (82-83).

La freccia la mette Stimolo arresto e tiro, Dusels 2 volte dalla lunetta, poi ancora Stimolo su assist da fantascienza di Mirone da terra. Ultimi due minuti da cuore in subbuglio, non la mette più nessuno, tre lunette su quattro sbagliate da Taranto,  tremano le mani un po’ a tutti tranne che a Grosso che a 3.8 dalla sirena, si inventa un canestro in ricaduta.

Time out Castellitto, si prova a trascinarla all’over time con una palla pesantissima tre le mani di Mirone, la pressione è tanta l’equilibrio poco, il ferro completa la trinità della negatività ed arriva così il secondo stop interno stagionale, Taranto si prende la terza piazza ma tanti applausi ad una Geopharma mai doma.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here