COMUNE E TEATRO ANGIOINO INSIEME PER IL “BIGLIETTO SOSPESO”

0
177

Già dal prossimo spettacolo in programma, “Altalena”, ci saranno cinque poltrone a teatro a disposizione di chi non può permettersi di pagare il biglietto.

COMUNICATO STAMPA

“Un biglietto sospeso a teatro”

L’iniziativa lanciata da Comune di Mola di Bari e Teatro Angioino, Compagnia Teatro d’Oggi

Il Teatro Angioino, con la Compagnia Teatro d’Oggi, in collaborazione con il Comune di Mola di Bari, apre le porte al “biglietto sospeso”, sulla scia del “caffè sospeso” della tradizione napoletana.

Così, già dal prossimo spettacolo in programma, ci saranno cinque poltrone a teatro a disposizione di chi non può permettersi di pagare il biglietto.

Ad iniziare è proprio la Compagnia che organizza la stagione del Teatro Angioino, donando i 5 biglietti “sospesi” a persone in difficoltà, attraverso la mediazione dell’assessorato ai servizi sociali del Comune che, di volta in volta, si assume il compito di individuarle.

L’auspicio è che associazioni ed enti che operano nel terzo settore e si occupano di categorie svantaggiate e di minori a rischio, aderiscano all’iniziativa.  

 “La Bellezza è patrimonio di tutti e tutti devono poterne godere. Anche attraverso l’arte e l’emozione di uno spettacolo teatrale, si può provare a essere comunità e ad aiutare chi vive un momento di fragilità e di disagio economico, a guardare con nuova speranza al futuro e alla sua vita – spiega l’assessora al Welfare del Comune di Mola, Lea Vergatti – In fondo, il Teatro è empatia profonda tra le persone, che siano in platea o a recitare sul palcoscenico, è calore, spazio di aggregazione sociale e di condivisione”.

Naturalmente, anche un privato cittadino può lasciare un “biglietto sospeso” al Teatro Angioino per fare un piccolo, grande regalo ai meno fortunati.

Il primo spettacolo ad inaugurare il “biglietto sospeso” al Teatro Angioino è “Altalena” (la stanza di Pinocchio), liberamente tratto da “Pinocchio” di Carlo Collodi. Allestimento della compagnia L’Occhio del Ciclone Theater per l’adattamento e la regia di Gianfranco Groccia. Si va in scena il 14 dicembre alle ore 21.

Mola di Bari, 12 dicembre 2019

L’Ufficio Stampa

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here