APPROVATE LE VARIAZIONI DI BILANCIO: SARA’ DEMOLITA UNA PARTE DELL’EX GABBIANO

0
562

Recuperate somme ingenti dall’evasione fiscale dell’ICI-IMU: ben 440mila euro, ma non è chiaro dove siano state scoperte le sacche di evasione. Ecco in ogni caso tutte le voci in variazione, sebbene l’Assessore al Bilancio non abbia presentato una formale relazione di accompagnamento.

Nella seduta del 30 novembre, il Consiglio comunale ha approvato le variazioni al bilancio di previsione 2019-2021 a norma dell’art. 175 TUEL (Testo Unico Enti Locali).

Purtroppo, il provvedimento non contiene una relazione di accompagnamento ma è stato illustrato a braccio, in aula, dall’Assessore al Bilancio Giovanni Vincesilao.

Anche la relazione dei Revisori dei conti tratta in maniera molto asettica il provvedimento senza diffondersi sulle singole voci in variazione.

Diventa così molto difficile per il cronista poter rendere comprensibile ai lettori un provvedimento di natura contabile, e quindi squisitamente tecnico, che ha però importanti riflessi sulla vita economica dell’ente e, quindi, anche sulla cittadinanza.

In ogni caso, al di là delle singole voci in variazione, mancando una sintesi organica che spieghi le ragioni delle modifiche alle voci in bilancio, tale da comporre il concreto esplicarsi di una visione amministrativa nel tempo, di ben rilevante vi sono le variazioni per le entrate correnti di natura tributaria, apprese dall’illustrazione verbale che ne ha fatto l’Assessore Vincesilao:

Entrate correnti di natura tributaria

Variazioni in aumento per maggiori introiti da recupero evasione per accertamento fiscale:

La TARI passa da una previsione di competenza 2019 di € 280.000 a una variazione in aumento per maggiore accertamento di € 471.000, con una nuova previsione totale di € 191.000.

L’ICI (in realtà, l’ICI è stata abolita e la sua nuova denominazione è IMU – Imposta Municipale Unica) passa da una previsione di competenza 2019 di € 25.000 a una variazione in aumento per maggiore accertamento di € 440.000 (il 10% del valore totale dell’imposta), con una nuova previsione totale di € 465.000.
 
Un indubbio successo nella lotta all’evasione fiscale in base all’azione di “Municipia” la società incaricata degli accertamenti.
 
Tuttavia, per cifre così ragguardevoli non è stato chiarito nè dall’Assessore Vincesilao, nè dal Sindaco Colonna se si tratta di accertamenti che hanno fatto emergere sacche di evasione totale o parziale. E, nel caso di evasione totale, quali tipologie di contribuenti evasori sono emerse.
 
Non vi è invece stato alcun aumento in variazione per recupero da COSAP (canone per l’occupazione del suolo pubblico) nè per multe e sanzioni varie.
 
Le spese in variazione
 
In merito alle spese si rimanda il lettore al documento allegato per una visione di dettaglio, va tuttavia detto che si prevedono rilevanti variazioni in incremento per tutte le spese correnti da energia (carburanti, gas, acqua, elettricità), in alcuni casi con aumenti in variazione decuplicati (come per il consumo di energia elettrica per gli immobili comunali) e comunque fortemente aumentati (nel caso dell’acqua, nonostante la chiusura di molte fontanine pubbliche)
 
Aumentano anche i premi assicurativi e i risarcimenti per ulteriori 80mila euro.
 
La riscossione dei tributi comunali prevede ulteriori 176mila euro in variazione di spesa per un totale di circa 800mila euro: anche se è ben vero che il recupero dell’evasione fiscale sta raggiungendo ottimi risultati.
 
Per Liti, arbitraggi, risarcimenti – prestazione di servizi, sono previsti ulteriori 60mila che portano il totale a quasi un milione di euro. Si tratta di una cifra molto rilevante: perchè pagare costi così elevati all’esterno se l’assunzione di un legale farebbe sicuramente risparmiare l’ente, almeno per la gran parte delle cause di minore complessità?
 
Per la sistemazione di Cala Portecchia sono stimati 50mila euro riferiti, come ha comunicato l’Assessore Vincesilao, alla demolizione della parte demaniale del pericolante manufatto ex ristorante “Gabbiano”, sebbene non sembra che sia stata ancora chiarita la competenza ad intervenire.
 
Sono state poi specificate dall’Assessore alcune voci in aumento di spesa: 12mila euro per il ripristino dell’ascensore del Castello Angioino; 16mila euro per il ripristino dei bagni pubblici a Cozze; 100mila euro per l’esproprio di porzioni di terreno per la sistemazione di Via Mangini; 20mila euro per la videosorveglianza e la ZTL nel borgo antico; 17mila euro per “Gustiamola”; 17,5mila euro per la manutenzione del Palazzetto dello sport; 56mila euro per costi del lavoro interinale nel 2020.
 
Il consigliere Michele Daniele ha proposto il seguente emendamento:
 
– nell’Allegato Delibera di Variazione Anno 2019 del Bilancio 2019-2021 SPESE, nel Capitolo
000074800 – Manifestazioni culturali – prestazione di servizi, lasciare invariate la previsione a
120.481,20, azzerando la variazione proposta in aumento di 80.000,00 – aumentare la spesa prevista al Capitolo 000310701 – Manutenzione straordinaria strade di 80.000,00, portandola a 737.201,91.
 
L’emendamento è stato respinto.
 
Ecco il prospetto contenente tutte le variazioni allegate alla delibera votata a maggioranza, insieme al parere del Collegio dei Revisori:
 
(per scorrere i documenti, cliccare in basso a sinistra sulle icone con le frecce)
 
 
 
 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here