A MOLA, MORTALITA’ PER TUMORI PIU’ ALTA DELLA MEDIA REGIONALE

0
1092

Abbiamo messo il rapporto ARESS a confronto con i dati ISTAT sulla mortalità per neoplasie tra la popolazione regionale. Trova conferma la percezione della gente: a Mola si muore di più per cancro rispetto alle medie regionali.

Come i lettori ricorderanno, venerdì 22 novembre, il Sindaco Giuseppe Colonna ha dato lettura, nell’aula consiliare di Conversano, del rapporto richiesto all’ARESS (Agenzia Regionale per la Salute e il Sociale) in data 12-11-19, a seguito dei preoccupanti dati pubblicati da “Mola Libera”, riferiti al codice di esenzione 048 per patologie oncologiche, provenienti dal Dipartimento Salute della Regione Puglia.

In data 18-11-19, l’ARESS ha trasmesso al Sindaco il rapporto fatto poi pubblicare dal Sindaco sul sito del Comune di Mola.

I nostri lettori ricorderanno anche che in data 25 novembre scorso, Mola Libera ha pubblicato il rapporto corredato da una prima analisi dei dati, che qui riproponiamo:

https://www.molalibera.it/2019/11/25/tumori-a-mola-ecco-il-rapporto-regionale-molti-dubbi-sulla-normalita-dichiarata/?fbclid=IwAR2p5KPRApOXwTQMdZVO8sQWQOnbR3x8ArHN3SPh0rCUpPdOb7_if3GW4-Q

In particolare, l’ultima tabella del rapporto ARESS, relativa ai casi di tumori nel periodo 2014-15, spegneva purtroppo ogni speranza per un dato effettivamente in linea con il dato provinciale, come pure dichiarato con enfasi nel rapporto e nelle dichiarazioni del Sindaco.

Infatti, come abbiamo rilevato, per molte delle patologie oncologiche il dato osservato è superiore a quello atteso su base provinciale e lo è comunque il valore complessivo. Per alcune neoplasie (mammella, prostata, pancreas, ecc.) il dato sembra molto significativo.

Quindi, non sembra di essere in presenza di una situazione riconducibile alle medie provinciali (almeno per quest’ultima, ma significativa tabella) e, pertanto, il quadro non sembra “tranquillizzante e senza particolari criticità”, come invece evidenziato nella lettera di accompagnamento dell’ARESS ai dati comunicati al Sindaco di Mola.

Ma vi è di più.

Siamo entrati in possesso dei dati ISTAT relativi ai dati sulla mortalità registrata in Puglia nel periodo 2003-2016 (non sono disponibili dati anteriori al 2003), sia a livello totale che di patologie, tra cui quelle per tumori maligni.

Allo stesso tempo, abbiamo verificato i dati contenuti nella tabella dell’ARESS per la mortalità della popolazione molese, sia totale che per tumori maligni. Il periodo contemplato dalla tabella ARESS non è dato anno per anno, ma è cumulativo dal 2001 al 2016.

Al fine di normalizzare il dato molese pubblicato dall’ARESS con quello ISTAT regionale, in relazione al periodo considerato, abbiamo esposto sia il periodo 2001-2016 che il periodo 2003-2016, depurandolo di due annualità nei valori medi (221,31 x 2: mortalità totale; 64,125 x 2: mortalità per tumori maligni).

Ecco la tabella comparativa:

Tabella dati Regione Puglia: Fonte ISTAT – Tabella dati Mola di Bari: Fonte IRESS Puglia – Elaborazione: Mola Libera

Come si può facilmente notare, il valore percentuale medio di mortalità per tumori maligni sulla mortalità generale per tutta la popolazione pugliese è del 26,83% nel periodo dal 2003 al 2016.

Mentre il valore percentuale di mortalità per tumori maligni sulla mortalità generale per la popolazione molese è del 28,97% nel periodo dal 2001 al 2016.

E, con un abbattimento del valore medio per gli anni 2001-2002, è del 28,99% nel periodo 2003-2016, quindi reso omogeneo con il periodo censito dall’ISTAT.

In sostanza, il valore percentuale molese supera del + 2,16 quello regionale nel periodo considerato, ma potrebbe anche essere più alto se i valori reali del 2001-2002 fossero più bassi della media da noi considerata in detrazione, al fine di allineare il periodo molese a quello regionale nelle annualità 2003-2016.

Si deve ritenere che i valori utilizzati dall’ARESS siano valori ISTAT o, ancor meglio, che tali valori siano stati trasferiti all’ISTAT dal sistema sanitario regionale pugliese e che, pertanto, via sia un’omogeneità nelle fonti di dati.

Al momento non abbiamo i dati ISTAT per le ospedalizzazioni e, quindi, non possiamo fare confronti con le tabelle ARESS in merito. Tuttavia, tutto lascia ritenere che anche le percentuali di ospedalizzazione per tumori maligni siano più alte tra la popolazione molese che tra quella regionale.

L’ARESS dovrebbe mettere a disposizione tutti i dati in valore assoluto, non solo per valori attesi, al fine di una esaustiva comparazione e valutazione del rischio tumori per la popolazione molese.

E’ quello che ci auguriamo venga fatto al più presto.

In definitiva, ancora una volta si deve dedurre che il messaggio tranquillizzante dell’ARESS, trasmesso alla popolazione molese con il rapporto reso noto dal Sindaco, sembra purtroppo non rispondente alla realtà dei numeri, oltre che alla comune pecezione dei cittadini.

Continueremo con gli approfondimenti.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here