JUST ANCORA NEL TUNNEL, SCONFITTA DALL’ARADEO

0
30

Comincia con una sconfitta anche il nuovo corso Just, Aradeo si impone 4-2.

Comincia con una sconfitta anche il nuovo corso Just, Aradeo si impone 4-2 al termine di una gara che ha visto a tratti una buona squadra, sempre vittima però di quei passaggi a vuoto e quelle amnesie che a lungo andare ne compromettono i risultati. Troppo poco tempo per mister Giliberti, e ancora meno dopo questa gara perché martedì sera ci sarà una nuova giornata, ancora in esterna, con visita agli Azzurri Conversano, quarti in classifica. Bisognerà stringere i denti e continuare a lavorare, metterci sacrificio e attitudine positiva, perché ne siamo certi “non può piovere per sempre”.

LA GARA

Genchi getta la spugna per un problema al piede, mister Giliberti comincia con Catalano tra i pali, Mezzapesa, Lemonache, Valente e Mastrangelo. L’Aradeo reduce dallo stop di misura a Palo, schiera la  novità Pedro in porta.

Comincia bene la Just, palo di Mezzapesa. Poi doppia parata dell’estremo dell’Aradeo su conclusioni di Valente e Mastrangelo. Spazi limitati, campo dalle ridotte dimensioni, Catalano subito protagonista sul gran tiro di Secco, minuto 4. Partita in equilibrio, ci prova Lemonache la palla va di poco a lato, poi e’ Mezzapesa a diventare protagonista con un salvataggio da funambolo in mezza rovesciata su tiro a botta sicura di Caselli.

Ritmi alti, l’Aradeo sblocca il risultato con una bella punizione di Caselli che supera Catalano al minuto 10′. La Just ha il merito di non scomporsi e trova quasi subito il pari con un tiro da fuori di Mezzapesa, parabola forte e precisa che sorprende l’estremo di casa. Nervi tesi Mastrangelo-Zizzari, entrambi ammoniti, Odorino prova la conclusione personale ma Pedro fa buona guardia al minuto 17.

Salvataggio di Lemonache su piazzato di Riso, è l’ultima emozione della prima frazione, si va negli spogliatoi sull’1-1. Si riparte e la Just sembra più convinta dei suoi mezzi: doppia occasione per Mastrangelo ma prima Di Salvatore poi la mira non perfetta e la palla alta lasciano la sfida in parità. Ottima parata di Catalano sempre su Caselli, l’uomo più pericoloso dei suoi. Mira da tarare per Valente e Mastrangelo, poi ritorna in vantaggio l’Aradeo su una ripartenza con giocatore a terra, la rete del 2-1 la sigla Bacca, premio alla squadra fin qui più concreta.

Pari sfiorato da Odorino, la Just prova a riprenderla e ci sarebbe anche riuscita se l’arbitro non vedesse la palla calciata da Mastrangelo varcare la linea. La beffa però è dietro l’angolo perché dal dal possibile 2-2  passa si passa al 3-1 per l’Aradeo, ancora con Caselli abile a stoppare il cuoio in area piccola girarsi e battere Catalano.

Potrebbe essere il colpo del ko, la Just però riesce subito a dimezzare lo svantaggio con una chicca di Secundo al suo esordio stagionale, che trafigge la porta difesa da Pedro con un calcio potente ed angolato (33′). La gara resta in bilico, ma l’Aradeo appare più in palla e su una ripartenza trova il poker a 4 minuti dal termine, sempre con Caselli che firma così la propria personale tripletta.

Manca poco alla sirena e mister Giliberti prova l’uomo di movimento in più, ma i padroni di casa si difendono con ordine e portano a casa i 3 punti, successo che li porta a 16 in classifica mentre la Just incassa l’ottava sconfitta e resta in fondo alla classifica.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here