COMUNE: ARRIVANO SOLDI DA RECUPERO PLASTICA E ACCIAIO. E I BENEFICI AI CITTADINI?

0
264

E’ quanto risulta da due determine comunali che prevedono l’accertamento in entrata nel bilancio comunale dai consorzi per il recupero dei rifiuti differenziati. Tuttavia, al momento, nessun beneficio diretto è previsto per le famiglie virtuose che eseguono correttamente la raccolta.

Timidi segnali dalla raccolta differenziata dei rifiuti a Mola.

In base a due determine del dirigente del Settore Ambiente dott. Vito Tanzi, si apprende che il Comune di Mola ha accertato in entrata nel bilancio comunale circa € 65.000,00 (per la precisione € 64.910,84), provenienti dal pagamento che due consorzi nazionali hanno effettuato al Comune di Mola per la raccolta, riciclaggio e recupero di plastica e acciaio.

In particolare, il Consorzio COREPLA (plastica) ha riconosciuto al Comune di Mola € 62.308,69; mentre il Consorzio RICREA (acciaio) corrisponderà al nostro Ente € 2.602,15.

Si tratta di cifre quasi simboliche (in specie per l’acciaio), però l’accertamento rappresenta un segnale che potrebbe significare per i cittadini, in prospettiva, una riduzione del carico fiscale della TARI, quanto meno per quelle famiglie virtuose che rispettano le regole.

Vi è comunque da dire che l’introito per la plastica avrebbe potuto essere ben più corposo: infatti, per alcune mensilità non si registrano corrispettivi.

Infatti, “nelle mensilità di Gennaio, Febbraio e Giugno 2018 non vi sono pagamenti del Consorzio COREPLA (plastica) al Comune di Mola a causa del mancato rispetto degli standard di qualità degli imballaggi selezionati previsti dai vigenti Accordi Quadro ANCI-CONAI, importi questi decurtati dai crediti spettanti algestore dell’appalto d’igiene urbana e servizi complementari Er. Cav. S.r.l. poiché trattasi di erratoservizio di selezione dei rifiuti, così come previsto dagli atti di gara;

Inoltre, “non potrà essere accertato alcun provento per le mensilità di Ottobre e Novembre 2018 poiché lo stesso Consorzio Corepla non ha ritirato i conferimenti dal prefato impianto di selezione indicato da questo Comune”.

Questo significa che la raccolta di alcuni mesi ha evidenziato un basso standard qualitativo (probabilmente a causa di plastica sporca o trattata insieme a rifiuti solidi urbani) e che non sempre il Consorzio ritira il materiale plastico raccolto.

Al momento, non ci sono dati in merito ai proventi ricavati dalla raccolta delle altre frazioni merceologiche differenziate (carta, alluminio, vetro, legno).

Sarebbe comunque opportuno destinare ad un alleggerimento generale della TARI gli introiti della raccolta differenziata riscossi dai consorzi nazionali.

E’ ovvio che i cittadini molesi in regola con i pagamenti della TARI e che eseguono correttamente la raccolta differenziata, hanno diritto a ricevere informazioni più dettagliate e, soprattutto, a vedersi riconosciuto l’impegno per la differenziazione dei rifiuti e il rispetto dell’ambiente e del decoro cittadino, con uno sgravio mirato della tassazione mediante sistemi di peso dei quantitativi conferiti o attraverso premialità, per esempio, con macchinette che accettano plastiche, vetro e alluminio in cambio di buoni spesa o denaro contante.

In tal senso, si attende che l’Assessore all’Ambiente Lucia Parchitelli e il Sindaco Giuseppe Colonna predispongano azioni mirate a favore delle famiglie virtuose.

Peraltro, le premialità indurrebbero anche le persone e le famiglie scarsamente virtuose ad avviare correttamente la raccolta differenziata, con un indubbio beneficio per l’ambiente: meno plastica nelle campagne e sulle coste.

Ecco le due determine comunali:

(per scorrere i documenti, cliccare nella parte bassa a sinistra sulle frecce con le icone)

Determina_con_dati_pubblicazione_6119
Determina_con_dati_pubblicazione_6122

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here