RIMOSSO IL GAZEBO DAL TORRIONE

0
71

Alcuni lettori hanno inviato a “Mola Libera” – Giornale Indipendente, foto inequivocabili che non pubblichiamo per rispetto della privacy dei residenti.

Dalle foto si nota come, nella giornata di ieri, sia stato rimosso il gazebo che occupava gran parte della superficie del lastrico solare del Torrione di Piazza XX Settembre, bene vincolato dalla Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio di Bari.

Come i lettori ricorderanno, dopo la lettera inviata da chi scrive (a nome di “Città Nostra”) il 07-02-2017 alla Soprintendenza alle Belle Arti, e che testimoniava (con foto allegate) lo stato di estremo degrado della superficie esterna del Torrione, il Soprintendente, a norma del Codice dei beni culturali (Decreto Legislativo 22 gennaio 2004, n. 42), chiese ai proprietari del Torrione di presentare un progetto di recupero dell’immobile, con due lettere: una prima del 24-02-2017 e una seconda, di sollecito, il 15-06-2017.

Richieste che rimasero inevase dai proprietari.

Successivamente, proseguendo nell’impegno assunto, in data 26 aprile 2018, ebbi un incontro con l’arch. Francesco Del Conte, funzionario della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la Città Metropolitana di Bari, incaricato di seguire la tematica relativa al recupero del Torrione di Piazza XX Settembre.

L’arch. Del Conte mi evidenziò le ulteriori azioni bonarie della Soprintendenza sui proprietari per indurli ad ottemperare alle richieste già effettuate e si disse fiducioso che sarebbero presto seguite azioni concrete per il recupero del Torrione.

In seguito, con la costituzione del “Comitato per Palazzo Roberti” e con l’insediamento del nuovo Sindaco, a nome del Comitato (che si occupa anche degli altri beni storici e architettonici molesi), rimisi l’intero carteggio e i contatti intercorsi con la Soprintendenza a Giuseppe Colonna.

Ora, forse siamo ad un passaggio cruciale: con la rimozione del gazebo (per la cui installazione la Soprintendenza non aveva rilasciato alcuna autorizzazione), potrebbe iniziare concretamente il tanto atteso recupero del Torrione.

In allegato, le lettere inviate dalla Soprintendenza ai proprietari del Torrione dopo la segnalazione effettuata da chi scrive, in qualità di Direttore editoriale di “Città Nostra”, il 07-02-2017.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here